venerdì 20 luglio - Aggiornato alle 04:59

«Commercianti di asparagi assaltano Parco del Nera: modalità selvagge, servono controlli»

Circolo Pd di zona lancia l’allarme: «Arrivano in gruppi, ne raccolgono quantitativi eccezionali e fanno danni»

«Servono controlli nel Parco fluviale del Nera: è in corso una raccolta di asparagi massiccia e selvaggia». Arrivata dal circolo Pd di Collestatte e Torre Orsina la richiesta di aiuto a difesa dell’area naturale protetta, ricca di asparagi selvatici, prelibato prodotto della terra che per tradizione migliaia di umbri raccolgono in questo periodo.

Ma la denuncia dei dem delle due frazioni di Terni è ben diversa: «Diverse persone, anche in gruppi numerosi e probabilmente organizzati, hanno proceduto nei giorni scorsi ed ancor oggi alla raccolta di asparagi spontanei destinati alla vendita sia diretta o al dettaglio, ma in quantità eccezionali e con modalità selvagge che danneggiano seriamente le asparagine, spesso rovinate alle radici». Da qui l’allarme sul Parco fluviale del Nera lanciato dal Pd di Collestatte e Torreorsina, secondo cui l’assalto dei raccoglitori «sta diventando un fenomeno veramente considerevole, capace di compromettere la conservazione di specie autoctone tipiche del nostro territorio e a cui le comunità sono legate». Il circolo dei democratici della zona, quindi, si darà da fare per ottenere controlli mirati affinché venga rispettato «l’articolo 22 del regolamento e piano dell’Area protetta, che fissa a un chilogrammo il quantitativo di raccolta giornaliero pro-capite di asparagi».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.