Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 dicembre - Aggiornato alle 01:11

Colpo di scena Ast, Calderini torna all’acciaieria di Terni come consulente

L’esperto ingegnere rientra alla vigilia dell’era Arvedi, ma la direzione dello stabilimento resta in capo a Menecali

di M.R.

Le valutazioni sono in corso in queste ore ai piani alti di viale Brin ma l’esperto ingegnere Massimo Calderini, che aveva mollato lo storico stabilimento siderurgico a inizio 2021 per una nuova esperienza professionale, sarebbe già con un piede nuovamente dentro.

Massimo Calderini torna in Ast La direzione della produzione del sito, Acciai Speciali Terni, resterà in capo al giovane Dimitri Menecali al quale Calderini stesso aveva lasciato il comando all’inaugurazione del progetto sulle api. Ma allo stesso modo, come consulente, sarà sicuramente un valore aggiunto per la fabbrica, soprattutto in questa fase, quando può mettere la sua lunga esperienza, maturata in tanti anni di servizio in Ast, a disposizione del gruppo Arvedi. Se accetta, chi credeva che a febbraio avesse lasciato per mancanza di fiducia verso il futuro, forse si ricrederà. Dall’altro lato non sfugge come il ‘matrimonio’ con Fucine Umbre, azienda per la quale aveva scelto di lavorare, sia durato davvero molto poco. Una buona notizia per i prossimi inquilini di viale Brin che, per un ‘pezzo grosso’ perso recentemente come l’ingegnere Rocco Siano, troveranno al loro arrivo una figura di garanzia come quella di Calderini. Inoltre, secondo indiscrezioni, l’esperto ingegnere potrebbe ricevere una delega all’ambiente.

I commenti sono chiusi.