giovedì 19 settembre - Aggiornato alle 03:52

Brunello Cucinelli continua a crescere: +8,1% di ricavi. Il patron: «Bene nuova collezione bambini»

Approvata la semestrale dell’azienda di Solomeo: numeri positivi e previsioni di un 2019 e 2020 di espansione

Brunello Cucinelli (foto F.Troccoli)

 

«Siamo pienamente soddisfatti dei risultati del primo semestre, sia in relazione alle performance finanziarie, sia per quanto riguarda l’immagine che la positività sul brand; ci piace essere identificati come un brand di ready to wear di lusso made in Italy. Giunti a fine agosto, possiamo con grande serenità e fiducia immaginare un 2019 particolarmente positivo, con un incremento del fatturato in linea con le nostre attese di lungo periodo di crescita annua dell’8% – percorso che ci porterà a raddoppiare le vendite nei prossimi 10 anni – e uno sviluppo più che proporzionale della marginalità Ebitda, con utili sani e in crescita». Brunello Cucinelli commenta così l’approvazione da parte del Cda della Relazione finanziaria semestrale 2019.

I numeri I dati al 30 giugno parlano di ricavi netti a 291,4 milioni di euro, +8,1% a cambi correnti (+7,2% a cambi costanti) rispetto ai 269,5 milioni rispetto al primo semestre 2018; Ebitda a 49,9 milioni, con una marginalità del 17,1%; utile netto normalizzato pari a 22,8 milioni, con un’incidenza del 7,8%; crescita delle vendite nei mercati internazionali del 9,5%, e nel mercato italiano dell’1,1%, in particolare, Europa +9,7%, Nord America +9%, Cina +15,9%, resto del mondo +5,3%; incremento in tutti i canali distributivi: retail +12%, monomarca wholesale normalizzato +1,7%, multimarca wholesale +6,5%.

Prospettive positive «Molto molto positivo – secondo Cucinelli – il riscontro della raccolta ordini, ormai terminata, delle nuove collezioni Uomo Primavera Estate 2020 e della prima collezione dedicata al kidswear; la linea bimbo è un grande progetto in cui crediamo e al quale abbiamo dedicato molte energie. Ottima anche la raccolta ordini della collezione Donna Primavera Estate 2020, in via di conclusione: il gusto attuale del mercato, elemento importantissimo, si sta dimostrando particolarmente affine al nostro. Seguitiamo a credere nell’importanza degli investimenti a sostegno del brand; queste considerazioni rafforzano il nostro motivato ottimismo anche per il 2020, durante il quale ci attendiamo, in linea con il nostro progetto di lungo periodo, un’ulteriore crescita del fatturato e dei profitti».

I commenti sono chiusi.