mercoledì 18 settembre - Aggiornato alle 20:02

Ast, sindacati e istituzioni convocati al Mise: trattativa aperta per ridurre esuberi

Tavolo fissato per martedì, prima del prossimo confronto tra l’ad Burelli e i segretari di Fim, Fiom, Fismic, Ugl, Uilm e Usb

di M. R.

Il ministero dello Sviluppo economico, stavolta, mantiene le promesse sulle date: si era detto che un nuovo tavolo per discutere il futuro di Ast e il piano industriale sarebbe stato riconvocato per il mese di maggio e puntualmente la mail è arrivata, forse troppo in anticipo, alle segreterie territoriali dei sindacati metalmeccanici, a Federmanager, Comune di Terni e Regione Umbria.

Tavolo Ast al Mise L’appuntamento è fissato in via Molise a Roma per le 15.30 di martedì 14 maggio, quindi sulla tabella di marcia la data è precedente a quella del nuovo confronto tra l’amministratore delegato Massimiliano Burelli e i rappresentanti delle tute blu. Lunghissima la lista delle questioni da discutere. Le parti ne avranno probabilmente per diverse ore e il fatto che la riunione al dicastero sia stata fissata nel bel mezzo della trattativa aperta con i vertici di viale Brin sembra aver spiazzato i sindacati. Non è chiaro come questo possa interferire con i piccoli passi mossi verso l’intesa col management, come ad esempio la discussione in atto sui livelli occupazionali: le parti sociali insistono perché non scendano al di sotto delle 2.350 unità e dai piani alti ci sarebbe un’apertura in tal senso; i tagli previsti riguarderebbero sempre e comunque il comparto impiegatizio.

I commenti sono chiusi.