Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 30 gennaio - Aggiornato alle 05:57

Arvedi-Ast, lettere di licenziamento ai lavoratori Teseo: agitazione e blocco straordinari

Azienda informatica fuori dall’acciaieria dal prossimo 1 febbraio 2023: sindacati pretendono incontro al vertice o sarà sciopero

Si fa sempre più incandescente la questione, recentemente denunciata da Filcams, Fisascat e Uiltucs, degli appalti all’interno di Acciai speciali Terni. Come anticipato da Umbria24, se una settimana fa c’era aria di crisi in casa Teseo, oggi questa è esplosa con tutta evidenza. Mentre l’azienda committente (Ast) avrebbe annunciato la fine dell’appalto senza rinnovo dal prossimo primo febbraio 2023, ai lavoratori dell’azienda informatica che applica contratto metalmeccanico sono già arrivate le lettere di licenziamento. La prima iniziativa che Fim e Fiom hanno concordato di mettere in campo in risposta alla scelta del gruppo Arvedi e alle conseguenze che questa determina, è quella di uno stop degli straordinari. Contestualmente le segreterie delle due organizzazioni hanno richiesto un confronto ai piani alti di viale Brin che potrebbe a questo punto estendersi a tutto il sistema degli appalti, oggi sottoposto a un’azione di razionalizzazione fatta di internalizzazioni e affidamenti di servizi a un numero limitato di imprese. Nel caso di Teseo coinvolti 12 lavoratori. Proclamato lo stato di agitazione. In caso di mancata convocazione non si esclude lo sciopero.

In una nota Fim-Cisl e Fiom-Cgil «Dopo le ripetute denunce fatte dalle organizzazioni sindacali in questo ultimo periodo rispetto al mondo degli appalti nel sito Ast, ci troviamo di fronte all’ennesima dimostrazione che i lavoratori dell’indotto stanno pagando più di tutti l’incertezza relativa al futuro del sito nel suo complesso. Come segreterie di Fim-Cisl e Fiom-Cgil ci attiveremo fin da subito affinché si riesca a capire come si riorganizzerà l’intero sistema Itc (Information technology che comprende anche Aspasiel Ndr), nel quale operano altre ditte terze e personale diretto di Ast, motivo per il quale abbiamo già inoltrato una richiesta di incontro alla direzione aziendale di Ast. Ci troviamo di fronte ad un paradosso per i lavoratori della Teseo, che, nonostante abbiano già ricevuto la lettera di licenziamento dal 1° febbraio 2023, sono chiamati allo straordinario programmato fino al termine dell’appalto. Come segreterie di Fim-Cisl e Fiom-Cgil, annunciamo lo stato di agitazione per tutti i lavoratori della Teseo, comunicando fin da subito il blocco degli straordinari, riservandoci di comunicare nei prossimi giorni tutte le ulteriori iniziative di mobilitazione e se necessarie anche legali, condividendole prima con i lavoratori stessi».

I commenti sono chiusi.