Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 24 settembre - Aggiornato alle 16:58

Aiuti economici per acquistare la prima casa: chi può fare domanda e come

I requisiti e tutto quello che c’è da sapere per ottenere gli aiuti economici in Umbria

Panoramica Perugia. Foto Fabrizio Troccoli

Sarà pubblicato mercoledì 16 settembre, il bando per la concessione di contributi finalizzati all’acquisto della prima casa, così come deliberato dalla Giunta regionale il 22 luglio scorso.

«Le risorse che la Regione mette a disposizione per questa finalità ammontano a 3.800.000 euro – ha affermato l’assessore Melasecche -, si tratta di una cifra importante che consente di raggiungere il duplice obiettivo di aiutare direttamente circa 110 famiglie che intendono investire sulla prima casa grazie all’assegnazione di contributi a fondo perduto e contemporaneamente ridare linfa vitale al mercato immobiliare assicurando un impatto finanziario stimato in oltre 10 milioni di euro». Il Bando e il modello di domanda sono reperibili nel sito della Regione Umbria sia sul canale “Bandi” che sull’area tematica “Edilizia casa”, nella sezione dedicata all’acquisto della prima casa.

Chi può fare richiesta «Le tre categorie ammesse a finanziamento, individuate dalla Giunta regionale in quanto ritenute di importanza strategica per le politiche regionali – ha sottolineato Melasecche -, sono quelle delle giovani coppie (coniugate o conviventi con età non superiore a 40 anni); single (giovani di età compresa tra 25 e 35 anni) e famiglie monoparentali (famiglie con un solo genitore e figli a carico). Il contributo concedibile corrisponde al 30 per cento del costo dell’alloggio indicato nel contratto d’acquisto fino ad un massimo di: 30.000 euro per le giovani coppie e le famiglie monoparentali, elevabile fino a 40.000 euro se l’alloggio acquistato è ricompreso nel centro storico dei Comuni (zona A del Prg ad eccezione delle zone A delle frazioni); 20.000 euro per i single, elevabile a 30.000 euro se l’alloggio acquistato è ricompreso nel centro storico dei Comuni (zona A del Prg ad eccezione delle zone A delle frazioni). Le domande potranno essere presentate fino al 15 ottobre 2020».

I commenti sono chiusi.