martedì 31 marzo - Aggiornato alle 14:17

Aeroporto-Ryanair, contratto rinnovato: martedì l’annuncio delle rotte, attese novità. Le ipotesi

Si parla di un accordo di durata quinquennale, tra le ipotesi anche Spagna e Germania. Concesso altro tempo a FlyVolare

Un aereo Ryan sulla pista di Perugia (foto F.Troccoli)

di Daniele Bovi

Dopo i voli cancellati di FlyMarche e quelli di FlyVolare sui quali per il momento tutto tace, una buona notizia per l’aeroporto di Perugia c’è. Per martedì alle 9.30 è stata infatti convocata allo scalo una conferenza stampa alla quale parteciperanno John F. Alborante (sales & marketing manager di Ryanair per l’Italia), il presidente di Sase Ernesto Cesaretti e il direttore dell’aeroporto Piervittorio Farabbi. Il piatto forte è uno: il rinnovo del contratto tra il gigante dei cieli e Sase e le opzioni sul tavolo nei mesi scorsi erano due, ovvero un patto triennale oppure quinquennale. Secondo indiscrezioni Sase e Ryanair si sarebbero legate almeno per il prossimo quinquennio, segno di una collaborazione di medio-lungo periodo. Il cuore del rinnovo però, al di là della durata, sta nel piano delle rotte che i manager della compagnia aerea annunceranno a Perugia e che riguarderanno principalmente la prossima stagione estiva.

CAGLIARI ANCHE IN INVERSO, ARRIVA OLBIA
RYANAIR, UN SOLO BAGAGLIO A BORDO DA NOVEMBRE

Le ipotesi Attualmente Ryan decolla da Perugia verso Londra (che da solo garantisce oltre un terzo di tutto il traffico dello scalo), Bruxelles, Trapani e Catania, rotta lanciata meno di un anno per la quale si registrano numeri in crescita. Secondo quanto filtra in queste dai soci di Sase sono attese delle novità importanti sulle quali però, al momento, tutti tengono le bocche cucite in attesa della conferenza stampa di martedì. Per quanto riguarda le mete estere, le possibilità sul tavolo sono più di una: nei mesi scorsi Sase aveva chiesto la possibilità di poter volare verso Barcellona ma poi, a cambiare le carte in tavola, è arrivato l’accordo tra Ryan e Air Europa che potrebbe significare il decollo verso Madrid, meta puntata anche dalla Regione per il 2018. L’altra pista calda è quella che porta verso la Germania, ovvero uno dei più importanti mercati di incoming per il turismo della regione.

LE NOVE ROTTE PRESENTATE DA FLYVOLARE
LO STOP DI ENAC
FLYVOLARE PROMETTE: «PARTIAMO A SETTEMBRE»

Rotte e promozione Ryanair ha da poco ‘aggredito’ una roccaforte delle compagnie come l’aeroporto principale di Francoforte, ma sul piatto ci sono Berlino, Amburgo, Colonia, la già sperimentata Dusseldorf e altre. Poi c’è l’est Europa, come la Polonia una cui fetta del turismo religioso l’aeroporto punta a intercettare e dove Ryanair ha da poco aperto una succursale. Insomma, il ventaglio è ampio e non è escluso che qualche novità riguardi anche il mercato nazionale. Nei mesi scorsi c’è stato anche il confronto tra Ryanair e Sviluppumbria, braccio operativo della Regione e socio di punta dello scalo, sul nodo della promozione dell’Umbria in particolare in quei paesi che la Regione considera chiave, quelli cioè da dove arriva buona parte dei turisti che visita l’Umbria. Un’occasione in cui la compagnia ha messo sul tavolo anche la forza del proprio sito cliccato, in media, 10 milioni di volte al mese. L’accordo con Sviluppumbria riguarda nel complesso la promozione del territorio attraverso varie attività che possono andare dal banner sul sito a un programma di comunicazione mirata, newsletter, offerte e così via con un occhio di particolare riguardo verso quei paesi che per l’Umbria sono molto importanti, come il Belgio e l’Inghilterra, senza dimenticare la Sicilia.

FLYVOLARE, SASE E I 500 MILA EURO VERSATI
FLYMARCHE, VOLI CANCELLATI

FlyMarche e FlyVolare Venendo alle note dolenti, il giorno dopo l’arrivo di Ryan a Perugia è prevista la riunione del consiglio di amministrazione di Sase durante il quale si affronteranno i casi di FlyMarche e di FlyVolare. Novità riguardo la compagnia italo-maltese per il momento non ce ne sono: dell’atteso Certificato di operatore aereo e della conseguente licenza (entrambi i documenti sono stati richiesti alle autorità maltesi) non si hanno notizie mentre in ballo ci sono i 500 mila euro che Sase ha versato alla compagnia per lo sviluppo dei voli. La data oltre la quale l’accordo, in mancanza di Coa e licenza, potrebbe essere stracciato è quella del 2 ottobre, un mese dopo quel 3 settembre entro il quale le carte dovevano essere in regola.

Twitter @DanieleBovi

Una replica a “Aeroporto-Ryanair, contratto rinnovato: martedì l’annuncio delle rotte, attese novità. Le ipotesi”

  1. Giuseppe ha detto:

    Salve, qualcuno può spiegarmi perché la rotta Perugia-Bruxelles non è stata mai messa in discussione e resta in piedi da anni? Mi chiedo chi siano gli umbri che vadano in Belgio o viceversa, non vedo in giro per la regione tanti cittadini belgi. Mah….
    Insomma, faccio fatica a paragonare Bruxelles ad altre capitali europee molto più interessanti dal punto turistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.