martedì 31 marzo - Aggiornato alle 16:07

Aeroporto Perugia, ufficiale il volo Ryanair con Francoforte: «Connessi col mondo». Si lavora per Madrid

Da aprile due volte a settimana, prezzi da 25 a 50 euro. Sase: «Connessi col mondo». FlyVolare, «Discorso chiuso». Semestrale 2017, arrivano gli utili

Alborante di Ryanair e Cesaretti di Sase

di Daniele Bovi

Indiscrezioni della vigilia pienamente confermate: da aprile Ryanair collegherà Perugia con Francoforte due volte alla settimana. Per la precisione con l’aeroporto di Frankfurt Main, il principale hub tedesco e il 13esimo aeroporto al mondo per numero di passeggeri (quasi 61 milioni nel 2016). L’annuncio è arrivato nel corso della conferenza stampa di martedì mattina all’aeroporto San Francesco con John Alborante, sales & marketing manager di Ryanair per l’Italia, il direttore dello scalo Piervittorio Farabbi, il direttore di Sviluppumbria Mauro Agostini e il presidente di Sase Ernesto Cesaretti. Confermate anche le altre rotte sulle quali Ryan già opera (Londra, Bruxelles, Trapani e Catania per un totale di 18 frequenze e 210 passeggeri previsti nel 2017) e la notizia del rinnovo del contratto tra la compagnia low cost irlandese e la Sase per 5 anni.

VIDEO: TRATTATIVA SU PERUGIA-MADRID
VIDEO: RYANAIR, IL NOSTRO PIANO PER ALITALIA
IL PIANO DI MARKETING PER LA PROMOZIONE

Prezzi e orari I biglietti per la nuova rotta sono già in vendita sul sito della compagnia dove la prima data utile è quella del 27 marzo. I voli partiranno da Perugia il martedì e il sabato, tutti alla stessa ora, ovvero alle 8.50 del mattino con arrivo alle 10.35, mentre il ritorno da Francoforte (sempre il martedì e il sabato) alle 6.50 del mattino, con prezzi che al momento variano tra i 25 e i 50 euro a tratta. Insomma, chi volesse visitare l’Umbria (oppure Francoforte, dove martedì in contemporanea con Perugia si è tenuta una conferenza stampa per presentare il collegamento con l’Umbria), avrà a disposizione almeno tre giorni pieni, sempre che non si voglia restare una settimana o più.

CAGLIARI ANCHE IN INVERNO, ARRIVA OLBIA
RYANAIR, UN SOLO BAGAGLIO A BORDO DA NOVEMBRE

Hub mondiale «Il collegamento con Francoforte – commenta Mauro Agostini – è importante perché apre al mondo. Francoforte è un hub internazionale il che significa che dalla primavera prossima Perugia e l’Umbria saranno collegate con il mondo e poi naturalmente noi siamo intenzionati a fare un’attività specifica sulla clientela business e turistica per Francoforte. Quindi è un passo in avanti fondamentale che smentisce tanti gufi». Dunque, la scelta è caduta sullo città tedesca sulla base di due valutazioni: la potenzialità turistica (la Germania è il paese dal quale arrivano più turisti in Umbria dopo gli Stati Uniti) e quella economica, essendo Francoforte uno dei cuori dell’economia non solo tedesca ma europea.

FLYVOLARE, SASE E I 500 MILA EURO VERSATI
LE NOVE ROTTE PRESENTATE DA FLYVOLARE

Madrid Il rinnovato contratto quinquennale con Ryanair permette a Sase e alla compagnia di poter ragionare su un’ottica di medio-lungo periodo, con la possibilità di programmare nuove rotte. La Regione vorrebbe collegare nel 2018 l’Umbria a Madrid, città per la quale Ryanair ha un accordo con Air Europa: «Non è un discorso semplice – risponde Alborante ai giornalisti – anche per le problematiche legate agli slot (le finestre temporali entro le quali un aereo atterra e riparte, ndr). L’attesa per il volo verso Madrid c’è e in futuro non la escludo. La Spagna rimane uno dei nostri cavalli di battaglia». Quanto alla nuova rotta, Alborante è convinto che «darà sicuramente ottimi risultati, ora sta a noi promuoverla col supporto delle autorità locali. Il rapporto con Perugia? Sempre professionale e costante, e i risultati ci stanno dando ragione». Ampie possibilità di crescita Ryan le vede anche in Germania e nei paesi dell’Est Europa, verso i quali potrebbe essere attivato un nuovo collegamento: «Comunque – conclude – ci sarà una liste di preferenze dell’aeroporto e su quelle ci confronteremo».

LO STOP DI ENAC
FLYVOLARE PROMETTE: «PARTIAMO A SETTEMBRE»

Caso FlyVolare Soddisfatto, ovviamente, anche un Farabbi stupito per le poche domande rivolte dalla stampa: «Il più importante vettore europeo – ha detto – vede possibilità di sviluppo qui e questo è motivo di orgoglio. Questa partnership continuerà a crescere». Venendo alle note dolenti sul caso FlyVolare (che sarà uno dei punti al centro del cda di mercoledì) rispondendo alle domande dei giornalisti Cesaretti ha spiegato che «per noi il discorso è chiuso. Il contratto scadeva il 3 settembre e per il momento abbiamo sospeso qualsiasi attività». Tutte o quasi dato che in ballo ci sono i 500 mila euro che Sase ha versato alla compagnia italo-maltese. Sase ha concesso a FlyVolare tempo fino al 2 ottobre per ottenere tutta la documentazione mancante (Coa e licenza), senza la quale il contratto sarà stracciato e i soldi, si spera, recuperati: «Sase – assicura sul punto Agostini – nel caso farà tutte le azioni che ritiene utili per recuperarli». Da parte sua Agostini la considera «una normalissima vicenda di carattere commerciale nel senso che la Sase ha un contratto, ne chiederà il rispetto – dice – fino in fondo e altrimenti procederà per altre vie. L’obiettivo è portare un aeromobile basato su Perugia».

Numeri positivi Agostini anche viste le polemiche delle ultime settimane ha voluto sottolineare la bontà di alcuni numeri: «I dati – osserva – ci dicono che in otto mesi i passeggeri sono cresciuti del 17 per cento e che dopo anni di bilanci in rosso per la prima volta la prima semestrale 2017 ha mostrato un utile di circa 200 mila euro. In più è cresciuto anche l’impegno della Regione, arrivato a 1,070 milioni di euro nel 2017. A volte (Agostini si riferisce anche a quanto successo domenica, ndr) vengono imputate a Sase cose di cui non ha alcuna responsabilità». Commentando infine l’accordo con Ryan e la nuova rotta Cesaretti ha sottolineato che «rappresentano un nuovo importante tassello per lo sviluppo dello scalo umbro garantiranno per il prossimo quinquennio una crescita costante e focalizzata sull’incremento del traffico incoming, oltre a garantire in ogni caso il diritto alla mobilità dei cittadini e delle aziende umbre».

Twitter @DanieleBovi

2 risposte a “Aeroporto Perugia, ufficiale il volo Ryanair con Francoforte: «Connessi col mondo». Si lavora per Madrid”

  1. Giuseppe ha detto:

    “Connessi con il mondo” mi sembra uno slogan piuttosto inappropriato. Anche se un hub importante dista sempre a più di 100km da Francoforte. SOLO confermate le altre rotte Ryanair, dove sono finite le novità per la stagione estiva 2018?
    Ricapitolando: fly-marche e flyvolare un vero disastro, ma perdonatemi, abbastanza prevedibile! E poi una sola “nuova” rotta che ci permetterà di raggiungere ogni angolo del pianeta! Sarà ma non riesco a fare salti di gioia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.