lunedì 14 ottobre - Aggiornato alle 20:01

Aeroporto, con Fly Volare trattativa per quattro rotte da dicembre. Nuovo direttore, 19 nomi

In ballo oltre Milano anche Sicilia e Calabria. Nelle prossime ore l’incontro, entro giovedì attesi i 250 mila euro

L'aeroporto di Perugia (foto F.Troccoli)

di Daniele Bovi

Milano, Trapani, Palermo e Lamezia Terme, cioè una parte di quelle promesse a suo tempo. Sul piatto della nuova trattativa tra l’aeroporto San Francesco e Fly Volare ci sarebbero queste quattro rotte. Il condizionale però è d’obbligo visto quanto successo negli ultimi mesi tra la Sase, ovvero la società che gestisce lo scalo, e la compagnia italo-maltese (che Umbria24 prova da giorni a contattare, senza ottenere una qualsiasi risposta). È a questo che il presidente dell’aeroporto Ernesto Cesaretti faceva riferimento giorni fa spiegando che la compagnia ha promesso la restituzione di 250 mila euro entro giovedì 30; somma che è la metà di quanto versato a suo tempo dall’aeroporto per lo sviluppo di nuove rotte mai partite. Secondo fonti all’interno di Sase Fly Volare avrebbe spiegato di avere l’assegno pronto, e sul piatto ci sarebbe un contratto che prevede la partenza delle quattro rotte citate in apertura il 18 dicembre.

TUTTO IL CASO FLY VOLARE
ENAC SCOMMETTE 1,9 MILIONI SU AEROPORTO FOLIGNO
FLY MARCHE CHIEDE MEZZO MILIONE DI DANNI

Le trattative In particolare si parla di tre voli al giorno durante tutta la settimana ma non con l’Airbus 319 di cui si è parlato durante l’estate, bensì con un Dash 8, un turboelica che può portare dai 30 ai 40 passeggeri; una soluzione, spiegano sempre da Sase, da utilizzare per i mesi invernali di bassa stagione. Al momento però non è chiaro se Fly Volare otterrà in tempo le licenze, se si appoggerà in caso a un’altra compagnia per operare e quando le parti torneranno a vedersi: di sicuro nelle prossime ore e altrettanto certamente giovedì i vertici di Sase attendono di vedere l’assegno. Lo scalo è impegnato anche nella ricerca del nuovo direttore generale dopo l’addio di Piervittorio Farabbi, che ha deciso di andare a lavorare per la Sacal (la società aeroportuale calabrese). Grazie all’avviso pubblico i cui termini sono scaduti sabato, sulle scrivanie dell’aeroporto sono arrivati 19 curriculum. Dopo una prima scrematura, verrà sottoposta al consiglio di amministrazione che si terrà nei prossimi giorni una rosa composta al massimo da tre nomi tra i quali scegliere.

DA MARZO SI VOLA VERSO FRANCOFORTE
NUOVO DIRETTORE: REQUISITI E STIPENDIO
FRECCIAROSSA A PERUGIA,  A GIORNI LE RISPOSTE 

La politica Intanto il caso Fly Volare continua a far discutere il mondo della politica. Il consigliere regionale di opposizione Claudio Ricci oltre alle novità su Fly Marche ricorda la scadenza di giovedì: «Facciamo i conti: 500 mila euro – ironizza – chiesti per danni da Fly Marche, più 500 mila, a oggi in mano a Blu Jet/Fly Volare, fanno un milione di euro. Forse, ormai, rimane solo di chiamare il noto signor ‘Bonaventura’, sperando che ci riporti il classico milione (di euro e non di lire, come un tempo)». La deputata del gruppo Civici e innovatori Adriana Galgano invece a proposito dell’ipotesi di nuove tratte con la compagnia chiede «ai vertici della Sase per quale motivo serva l’intermediazione di FlyVolare e non possa direttamente fare il contratto con il nuovo vettore evitando di far pagare sovrapprezzi inutili ai viaggiatori. Naturalmente ci aspettiamo che, eventualmente, la scelta del nuovo vettore avvenga dopo aver effettuato tutte le più severe verifiche sull’affidabilità e la sicurezza dello stesso e non con la superficialità con cui si sono sottoscritti gli accordi con FlyVolare e Fly Marche. Sarebbe un danno enorme». «Visto lo stato di perdurante crisi in cui versa ancora l’Umbria e le criticità che affliggono le nostre infrastrutture ferroviarie e viarie – conclude – c’è bisogno estremo di un deciso cambio di rotta sulle politiche di gestione del nostro aeroporto. Rilanciarlo significa ampliare rapidamente l’offerta di voli con compagnie che diano ampie garanzie».

Twitter @DanieleBovi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.