Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 25 ottobre - Aggiornato alle 13:01

Acciai speciali Terni verso l’era Arvedi, sindacati chiedono incontro al ministero

Nuova istanza di confronto sul tavolo di Giorgetti, Todde e Ad di Ast Burelli per cronoprogramma cessione e accordo ponte

di Mar.Ros.

Mai convocati dal ministro Giorgetti a seguito dell’avvio della procedura di vendita di Acciai speciali Terni, i sindacati metalmeccanici rinnovvano la richiesta di incontro al Mise quando c’è già il nome del miglior offerente, per non dire acquirente. L’ultimo aggiornamento rispetto alla fase di vendita di Acciai speciali Terni non è secondario, all’orizzonte anzi al netto del sì di comitato di sorveglianza Thyssenkrupp e Antitrust europeo, c’è il closing sull’operazione da almeno mezzo miliardo di euro (anche se il valore della transazione è riservato).

Tavolo al Mise Sul tavolo del leghista Giancarlo Giorgetti e della vice pentastellata Alessandra Todde, l’istanza di un confronto, avanzata contestualmente anche al numero uno della società di viale Brin, Massimiliano Burelli, è stata formalizzata nella giornata di mercoledì 22 settembre. Senza alcun riferimento al piano industriale, le segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm fanno leva piuttosto sulla necessita di essere aggiornati rispetto al percorso di assegnazione definitiva nonché sulla gestione della fase transitoria che precede l’ultimo passaggio formale. Anche perché, nei giorni scorsi Todde è stata chiara: prima il parere del garante della concorrenza, poi la verifica dei programmi industriali che il cavaliere Arvedi ha in serbo per la Conca ternana.

Treofan Ma per Terni quella di Ast non è l’unica vicenda destinata a passare per il dicastero di via Molise a Roma. Nella giornata di martedì anche i sindacati del comparto chimico hanno inviato al Mise una richiesta di incontro urgente. In questo caso per la reindustrializzazione del sito Treofan.

I commenti sono chiusi.