domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 22:48
23 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:20

Ecco il dizionario del dialetto di Tuoro: 517 pagine di lessico e storia tra l’Umbria e la Toscana

Il volume di Giuseppe Zucchini è edito da Lombardi. Nel vernacolo ci sono forme tipiche della Valdichiana cortonese, aretina e dell'Alto Tevere che convivono o sostituiscono quelle perugine

Ecco il dizionario del dialetto di Tuoro: 517 pagine di lessico e storia tra l’Umbria e la Toscana
Il pontile di Tuoro sul Trasimeno

Il Laboratorio di ricerca dell’Atlante linguistico dei laghi italiani del Dipartimento di Lettere-Lingue, Letterature e Civiltà antiche e moderne dell’Università degli studi di Perugia ha prodotto la cinquantesima pubblicazione del progetto scientifico Alli del Vocabolario del dialetto di Tuoro sul Trasimeno di Giuseppe Zucchini, edito dalla Lombardi Editori di Siracusa e curato da Antonio Batinti, Ermanno Gambini e Antonello Lamanna.

517 pagine L’opera, di 517 pagine, concerne un territorio in cui ha insistito per molti secoli un confine geografico, storico, religioso e linguistico a cavallo tra Umbria e Toscana, tra Cortona-Arezzo e Perugia e per questo lo studio del dialetto di Tuoro – riferisce una nota dell’Università di Perugia – è molto interessante. Nel vernacolo locale sono presenti forme tipiche della Valdichiana cortonese e aretina ed anche del territorio alto tiberino che convivono o sostituiscono quelle perugine.

Lessico e antroponimia Il volume è arricchito da contributi linguistici sul lessico e l’antroponimia, da dati sulla toponomastica urbana e extra urbana e dalla documentazione fotografica che fornisce informazioni sull’evoluzione dell’abitato tra la fine dell’Ottocento e lo scorcio del Novecento. La raccolta del lessico, in particolare, riguarda il periodo tra il secondo dopoguerra e gli anni Ottanta e coglie una fase di grandi cambiamenti economici e sociali. La popolazione era dedita allora in gran parte all’agricoltura, all’artigianato e alla pesca (ma solo nelle frazioni di Isola Maggiore e di Borghetto).

Il censimento napoleonico Le notizie fornite nella Trasimenide dal letterato Matteo dall’Isola che nel 1537 descrivono Tuoro come un villaggio abitato da ottimi contadini che appare come un castello, ma non lo è. È cinto in realtà solo da una palizzata: lo potremmo definire un castello di contadini più orientati a fare steccati che ad alzar muraglie. Il censimento napoleonico del 1810, che arricchisce ulteriormente il volume, fornisce dati molto interessanti sulle famiglie presenti, sulle professioni e i mestieri praticati in questo territorio oltre due secoli or sono, con interessanti sorprese.

Cinquantesima pubblicazione Il Vocabolario del dialetto di Tuoro sul Trasimeno è entrato a far parte della Collana dell’Alli, progetto geo-linguistico ed etnolinguistico nazionale che è giunto alla cinquantacinquesima pubblicazione.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250