sabato 24 settembre 2016 - Aggiornato alle 22:54
26 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:57

È morto a 75 anni Gino Bagliani storico sindaco: «Uomo onesto che ha trasformato Spello»

I suoi ultimi post su Berlinguer, Fidel Castro e sul «21 aprile del 1945 con 'Bologna liberata. Viva la Resistenza'». Il ricordo del Pd locale e della presidente Marini

È morto a 75 anni Gino Bagliani storico sindaco: «Uomo onesto che ha trasformato Spello»

Sulla sua pagina Facebook c’è una intensa attività di pubblicazioni e condivisioni, che arriva fino al suo ultimo post del 23 aprile alle 22. Ed è la condivisione di un video di Berlinguer che parla di corruzione nelle istituzioni e nella politica. È morto all’ospedale Silvestrini di Perugia, all’età di 75 anni lo storico sindaco Gino Bagliani che lascia la moglie Marcella, i figli Stefano e Barbara, ma anche la comunità di Spello che ha guidato per 15 anni tra il 1980 e il 1995 rappresentando fino a oggi una delle personalità più apprezzate e stimate per l’impegno politico e sociale.

Il cordoglio di Spello E in queste ore la sua bacheca, si affolla di messaggi che sembrano avere un minimo comune denominatore: «Uomo onesto che ha trasformato Spello». Continuando a scorrere si trova un altro post, emblematico probabilmente, rispetto al personaggio e anche al suo destino: è un contenuto del Fattoquotidiano.it, da lui condiviso, e riguarda un contenuto dal titolo Addio di Fidel, dove c’è scritto: «’Per tutti arriva l’ultima ora, ma comunque sia rimarranno le idee dei comunisti cubani, a dimostrazione che in questo pianeta, se si lavora con fervore e dignità, si possono produrre i beni materiali e culturali di cui hanno bisogno gli esseri umani’.Così ha detto Fidel Castro». Tra questo e il post su Berlinguer, se ne trova ancora un altro: è una foto storica che riporta ’21 aprile, Bologna è libera. Viva la resistenza’. Eccolo Gino Bagliani negli ultimi timbri impressi sulla sua vita pubblica fatta di tanta politica, è stato segretario del Pci e del Pds, ma anche di un profondo impegno per la comunità di Spello. Bagliani era socio della Bcc di Spello e Bettona, del centro sociale Costantino Imperatore e della ProSpello. Il ricordo del Pd di Spello è emblematico: «Instancabile attivista politico, da sempre impegnato nel sociale, con lui scompare una persona di grande umanità e cultura politica. Era un uomo del popolo e per il popolo».

Il ricordo della Marini e Landrini L’ha ricordato anche la presidente  Catiuscia Marini con una nota: «Gino Bagliani, sindaco della cittadina umbra per tre legislature, dal 1980 al 1995, ha segnato profondamente – ricorda la presidente – la rinnovata identità di Spello, che in quegli anni ha vissuto una profonda trasformazione. Soprattutto fu la sua forte consapevolezza delle straordinarie potenzialità turistiche e culturali della città a spingerlo ad investire ogni forza per renderla attrattiva, tanto da renderla un vero e proprio modello, poi imitato da molti altri piccoli centri della regione. Nasce così la manifestazione ‘Incontri per le strade’, ancora oggi uno degli eventi più apprezzati in Umbria che vede protagoniste la musica, l’arte, la narrativa e il teatro, che ebbe tra i primi protagonisti il grande artista Emilio Greco che si legherà poi a Spello, tanto da spingerlo a donare alla città una cospicua collezione di opere, oggi patrimonio dell’amministrazione comunale. Con Gino Bagliani – conclude – scompare una personalità che ha svolto la sua attività politica ed amministrativa con straordinaria passione, onestà e rigore, interpretando la sua funzione nell’esclusivo interesse generale e della collettività». Nel pomeriggio il cordoglio del sindaco Moreno Landrini che aveva informato la comunità la mattina del 25 aprile, in apertura delle celebrazioni: «A nome mio e dell’Amministrazione comunale esprimo profondo cordoglio e sentimenti di vicinanza alla famiglia per l’improvvisa morte di Gino Bagliani, già sindaco di Spello per tre legislature – afferma il sindaco Moreno Landrini -; nel salutare Gino lo ringraziamo per il suo costante impegno istituzionale e sociale e per l’attenzione sempre dimostrata verso la città».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250