SPECIALE FESTIVAL DI SPOLETO | 03 lug 2016

Due Mondi, la Filumena Marturano della Cavani commuove: un classico da applausi

L’intramontabile teatro napoletano di De Filippo con la D’Abbraccio e Gleijeses

Due Mondi, la Filumena Marturano della Cavani commuove: un classico da applausi

di M. R.

Si apre il sipario che Don Domenico Soriano ha già scoperto l’inganno: Filumena si è solamente finta moribonda per costringere Mimì al matrimonio. Al Festival dei Due Mondi Liliana Cavani, per la priva volta alla regia per la prosa, fa rivivere la tradizione partenopea. Ed è un successo.

Regia di Liliana Cavani Sul palco del Nuovo-Menotti, scenografie grandiose proiettano il pubblico nelle stanze del ricco pasticciere napoletano ma soprattutto dentro il dramma di una ex prostituta, non per scelta, che ha fatto di tutto per crescere i suoi tre figli senza mai rivelarsi a loro se non quando organizza lo sposalizio con quello che per 25 anni ha rappresentato per Filumena molto più di un cliente.

Filumena Marturano Il dramma di un’offesa vissuto con ironia, passa per la bravura degli interpreti e mette in luce i sentimenti puri di una madre macchiata dal passato di meretrice. Tra le scene più divertenti quella in cui Don Domenico (Geppy Gleijeses) cerca di scoprire chi dei tre giovanotti di Filumena (Mariangela D’abbraccio) è figlio suo, commovete l’espressione con la quale rinuncia a capirlo, accettando di dare il cognome a tutti e tre e la tenerezza sempre con una spolverata di umorismo con cui accoglie la sorpresa di essere chiamato papà.

Teatro napoletano Emerge chiaro quel senso di responsabilità che suona la sveglia a Mimì e lo allontana dai suoi grilli per la testa, palese il riscatto fiero di una donna che per amore dei figli si prende cura di Mimì poi lo incastra con l’inganno e la complicità della servitù. Un’allegoria all’italiana in una rappresentazione che celebra il poeta comico del tragico quotidiano Eduardo De Filippo.

Twitter @martarosati28

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO