SPECIALE FESTIVAL DI SPOLETO | 22 giu 2016

Due Mondi, allo stadio comunale il brivido del Carosello storico dell’Arma

Domenica alle 19.30 rievocazione dei tornei cavallereschi del 1300 e celebrazione della Carica di Pastrengo. Sabato mattina sfilata e la sera al Nuovo-Menotti concerto della Fanfara

Due Mondi, allo stadio comunale il brivido del Carosello storico dell’Arma

Il Carosello storico dei carabinieri a cavallo allo stadio comunale. Questo uno dei tre appuntamenti proposti dall’Arma per il Due Mondi, dove già nel 2014 aveva debuttato nella suggestiva cornice di piazza Duomo la banda musicale dell’Arma con un concerto.

La sfilata dei carabinieri a cavallo in centro Ma per Spoleto59 l’impegno sarà ben maggiore. Intanto sabato 25 giugno a partire dalle 12 è in programma la sfilata per le vie del centro storico del quarto Reggimento dei carabinieri a cavallo, l’unico e ultimo tuttora interamente montato tra le forze armate italiane. I militari saranno  accompagnati dalle musiche eseguite dalla Fanfara a cavallo e renderanno gli onori ai caduti e al carabiniere Andrea Moneta, medaglia d’oro al valore civile, a cui è dedicato il monumento dei giardini di viale Trento e Trieste. Sempre sabato ma alle ore 21.30 è in programma al Nuovo-Menotti il concerto della Fanfara della Legione allievi carabinieri di Roma, composta da 45 militari-musicisti in servizio permanente provenienti dai conservatori italiani.

Concerto al Nuovo-Menotti La Fanfara, guidata dal direttore e maestro Danilo di Silvestro, presenta per il Due Mondi un programma che spazierà da quello celebrativo, quindi marce e inni, a quello lirico-sinfonico con musiche di Ludwig Van Beethoven, Franz Von Suppé, Nicola Piovani, Michele Mangani, Johan Williams, Johan de Meij, Gioacchino Rossini, Luigi Cirenei, Michele Novaro e Danilo di Silvestro. L’appuntamento di maggior prestigio, resta quello in programma allo stadio comunale domenica 26 giugno alle 19.30, quando sul campo di viale Martiri sarà di scena il carosello storico, ispirato agli antichi tornei cavallereschi del 1300.

Carosello storico dei carabinieri In particolare il quarto Reggimento a cavallo celebra la storica Carica di Pastrengo, avvenuta nell’omonima battaglia del 30 aprile 1848, durante la prima guerra d’indipendenza italiana. Si tratta di un fluido e armonioso alternarsi di figure di maneggio realizzate dagli Squadroni con grande abilità e perizia in diverse formazioni, la cui fondamentale componente è la quadriglia. Quattro binomi affiancati nell’esecuzione delle figure si muovono come un cavallo solo curando con precisione ogni cambio di direzione e di andatura per mantenere la quadriglia compatta e ordinata. L’armoniosa successione delle figure, l’assetto e la compostezza di cavalli e cavalieri sono frutto dell’intenso addestramento che viene svolto quotidianamente dai carabinieri del Reggimento per raggiungere la massima espressione del binomio.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO