martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 02:10
17 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:53

Droga in bocca per eludere controlli della polizia. Perugia, ragazzina ‘assaggiatrice’ di neve e crack

Drammatica vicenda di una minorenne che accusa l'ex fidanzato tunisino di averla violentata e umiliata spegnendole sigarette sul braccio. Cocaina sotto la lingua per sfuggire agli agenti

Droga in bocca per eludere controlli della polizia. Perugia, ragazzina ‘assaggiatrice’ di neve e crack
Il tribunale penale di Perugia

di En.Ber.

E’ una brutta storia di droga quella di cui si è parlato stamani in tribunale a Perugia. E’ il dramma di una ragazzina, neppure diciottenne, con problemi di tossicodipendenza, che ha accusato il suo ex fidanzato – un pusher tunisino di 24 anni – di averle fatto assaggiare, a mo’ di test, crack e cocaina. Lo ha accusato di violenza sessuale, di minacce di morte e di umiliazioni. Come quella di farsi spegnere le sigarette sul braccio o di obbligarla a trattenere le dosi in bocca per eludere i controlli della polizia. Se necessario – dicono le carte – avrebbe dovuto ingoiare la sostanza.

Gli investigatori Nell’udienza di stamani dinanzi ai giudici del secondo collegio (presidente Nicla Flavia Restivo) sono stati sentiti due agenti della squadra mobile che hanno condotto le indagini contro l’imputato. L’uomo, difeso dall’avvocato Barbara Romoli, è stato arrestato nel marzo 2013 con un’ordinanza di custodia cautelare ma ora è tornato in libertà.

Le umiliazioni Durante le indagini sono emerse le tragiche esperienze della giovane che – secondo l’accusa – sarebbe stata perfino costretta ad indossare gli abiti che voleva il nordafricano, il quale non vedeva di buon occhio alcune frequentazioni della giovane né sue esternazioni. «Devi parlare solo quando vieni interpellata», sarebbe stata una delle frasi pronunciate dallo straniero.

Violenza e rapina Secondo la ricostruzione della procura il maghrebino – tra la fine del 2011 e il 2012 – ha anche violentato la ragazzina. Viene contestato anche il reato di rapina: avrebbe strappato di mano 25 euro all’ex fidanzata quando ha iniziato a sospettare della sua richiesta d’aiuto alla polizia.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250