mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 13:57
2 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:21

Dopo Piemonte e Lombardia anche in Umbria arriva il catasto regionale per gli impianti termici

Attraverso il portale i manutentori potranno prenotare e acquistare online i bollini digitali. L'assessore Cecchini: «Consente di risparmiare tempo e non si deve anticipare denaro»

Dopo Piemonte e Lombardia anche in Umbria arriva il catasto regionale per gli impianti termici
Fernanda Cecchini (foto Troccoli)

«Dal 1° agosto la Regione Umbria ha attivato il Catasto Unico Regionale Impianti Termici (Curit), un servizio rivolto a cittadini e operatori del settore per adempiere agli obblighi previsti per le attività di installazione, manutenzione e ispezione sugli impianti termici». L’assessore regionale all’Ambiente, Fernanda Cecchini, sottolinea come già in queste prime settimane dall’attivazione il portale regionale (raggiungibile all’indirizzo http://curit.regione.umbria.it) abbia ottenuto «grande consenso». Il Curit deve obbligatoriamente essere utilizzato dai tecnici manutentori per la trasmissione dei rapporti di controllo degli impianti termici dell’intero territorio regionale, con la sola esclusione degli impianti nel territorio comunale di Perugia per i quali il Curit sarà utilizzato dal 1 gennaio 2017.

Come Lombardia e Piemonte Il Curit può anche essere consultato dai cittadini che «così, per la prima volta – informa una nota – hanno la possibilità di conoscere lo stato di manutenzione del proprio impianto. Una grande rivoluzione – rileva – per una Regione piccola come l’Umbria. Ad oggi, infatti, solo alcune Regioni del Nord Italia come Lombardia e Piemonte hanno attivato catasti regionali per gli impianti termici».

Prenotazione con un clic Attraverso il portale, il manutentore può prenotare e acquistare online i bollini digitali «con notevole risparmio di tempo e senza dover anticipare somme di denaro. Inoltre può consultare la normativa, scaricare la modulistica e ricevere un supporto dedicato attraverso lo sportello online attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18».

Tutti i numeri «A un mese dall’attivazione del portale Curit – continua l’assessore – i tecnici registrati sono 720, con 91 nuove registrazioni. Le richieste di supporto ed informazioni evase dallo sportello online sono state 660, di cui 535 telefonate e 125 email». Le videoguide disponibili online e relative all’accreditamento al Curit, alla prenotazione ed acquisto dei bollini, alla trasmissione dei rapporti di controllo hanno registrato ben 577 visualizzazioni.

Quasi tremila bollini «In un mese – riferisce inoltre l’assessore Cecchini – sono stati prenotati 2855 bollini; ne sono stati pagati 1345, sia con carta di credito che con servizio MyBank. Se si considera che agosto è il mese delle ferie ed è lontano dall’accensione degli impianti di riscaldamento, è evidente che il Curit ha riscosso un grande consenso». Accedendo alle diverse sezioni del portale, gli operatori e i cittadini possono usufruire dei servizi a loro dedicati, ma anche trovare numerose informazioni per approfondire la conoscenza sugli impianti termici nonché le norme che disciplinano la materia.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250