mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 05:25
17 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 20:30

Domenica colletta nelle chiese per i terremotati, l’iniziativa della Caritas

«Siamo certi che fedeli, uomini e donne di buona volontà non faranno mancare la loro generosità»

Domenica colletta nelle chiese per i terremotati, l’iniziativa della Caritas

«Siamo certi che fedeli, uomini e donne di buona volontà non faranno mancare la loro generosità, domenica 18 settembre, durante le messe, alla raccolta delle offerte destinate a finanziare i progetti di prossimità-accompagnamento di medio-lungo periodo che la Caritas italiana sta approntando per sostenere pastoralmente e socialmente le comunità terremotate nella fase della ricostruzione, oltre che in quella dell’emergenza». E’ quanto annuncia la Caritas diocesana di Perugia-Città della Pieve in vista della giornata di sensibilizzazione ‘C’è un tempo per rialzarsi’ con la colletta promossa dalla presidenza della Cei nelle parrocchie italiane, domenica 18 settembre, in concomitanza con il 26° congresso eucaristico nazionale ‘L’Eucaristia sorgente della missione: nella tua misericordia a tutti sei venuto incontro’, in svolgimento a Genova dal 15 al 18 settembre.

L’iniziativa La Caritas perugina, invitando i fedeli a vivere in pienezza l’eucaristia nel compiere opere di carità, lancia il suo appello ad essere «vicini con gesti concreti di solidarietà alle popolazioni terremotate del Lazio, Marche e Umbria. Sono fratelli e sorelle, piccoli e adulti, che hanno perso i propri cari, le proprie case e in non pochi casi il proprio lavoro, messi a dura prova da questa grave calamità naturale che non cessa di spaventare (le scosse sismiche continuano ancora, n.d.r.)».«Asciugate le lacrime ci si può rialzare e ripartire». Ad auspicarlo è il diacono Giancarlo Pecetti, direttore della Caritas diocesana, nel commentare il tema della giornata di sensibilizzazione. «Stringiamoci alle popolazioni colpite anche con un aiuto concreto che faccia sentire, a chi ha perso tutto – evidenzia il direttore –, che la Chiesa è una famiglia che sostiene sempre con tutte le sue forze i più deboli. La colletta nazionale di questa domenica in tutte le parrocchie della Penisola è un segno tangibile della vicinanza delle chiese diocesane alle chiese sorelle le cui comunità stanno affrontando questo drammatico terremoto».

8 x mille Per i primi interventi nelle zone colpite la Cei ha stanziato un milione di euro attraverso il Fondo 8xMille e la Caritas italiana 100mila euro. Oltre a lasciare un’offerta in chiesa durante le messe del 18 settembre, è possibile contribuire alla raccolta fondi della Caritas italiana, avviata il 24 agosto scorso, utilizzando il conto corrente postale n° 347013, o effettuando donazioni online nel sito: www.caritas.it (specificando nella causale: “Terremoto centro Italia”)

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250