lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 05:38
29 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 18:34

Deruta, denunciano il furto di diecimila ‘polo’ dalla loro lavanderia: ma hanno inventato tutto

Le magliette sono state trovate dai carabinieri in un altro spazio della loro azienda: ora fratello e sorella sono nei guai

Deruta, denunciano il furto di diecimila ‘polo’ dalla loro lavanderia: ma hanno inventato tutto
Carabinieri in azione (Foto Fabrizio Troccoli)

Hanno denunciato il furto di 10mila maglie polo di una nota marca ma in realtà i carabinieri hanno accertato che si è trattato di una simulazione. A rendersi protagonisti del raggiro sono stati un fratello e una sorella di Deruta, titolari di una lavanderia da dove hanno dichiarato essere stata rubata la merce.

La ricostruzione I due giovani, del luogo, dopo avere fatto intervenire i carabinieri per il sopralluogo, hanno fatto notare una piccola forzatura di una porta del capannone, adibito a lavanderia, mentre il sistema di allarme antintrusione non sarebbe stato inserito per dimenticanza. Le indagini compiute però hanno fatto emergere delle incongruenze. Quindi sono state svolte ulteriori verifiche in alcuni spazi in possesso ai titolari della lavanderia. Qui è stata trovata e sequestrata la merce  presuntamente rubata ma che in sostanza era pronta per essere piazzata sul mercato clandestino. I due fratelli sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Spoleto, quali responsabili di appropriazione indebita e simulazione di reato, in concorso, mentre la merce – del valore di oltre 50 mila euro– è stata restituita ai legittimi proprietari.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250