sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 12:23
17 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 19:24

Derby, Carbone: «Tifosi del Grifo straordinari per gesto di civiltà». Il ricordo di Cosmi: «Addio Osvaldo»

Il tecnico della Ternana colpito dalla grande sensibilità della curva nord dopo il malore dello spettatore in gradinata. Bucchi: «Condoglianze ai famigliari del nostro sostenitore». Il presidente Santopadre: «Siamo senza parole»

Derby, Carbone: «Tifosi del Grifo straordinari per gesto di civiltà». Il ricordo di Cosmi: «Addio Osvaldo»
Bucchi e Carbone (foto F. Troccoli)

di Giulio Nardi e Massimo Colonna 

Ogni commento è inutile di fronte alla triste evidenza: è morta una persona che era andata a sostenere la propria squadra del cuore. Un malore improvviso ha stroncato la vita di Osvaldo Neri, 62 anni, nonostante il tentativo dei sanitari di rianimarlo. L’episodio ha lasciato tutti addolorati, compresi i tecnici delle due squadre.

IL RACCONTO DELLA GIORNATA
FOTO: TIFOSI IN COMPO E I SOCCORSI ALL’UOMO COLTO DA MALORE
VIDEO: TIFOSI IN CAMPO PER CHIEDERE SOSPENSIONE

Bucchi Il primo a parlare, in conferenza stampa è stato il tecnico dei grifoni Cristian Bucchi: «Voglio rivolgere le mie condoglianze ai famigliari del tifoso che ci ha lasciato. Siamo tutti dispiaciuti. La partita? Purtroppo il solito film. Non riusciamo a vincere neanche quando giochiamo meglio, nella parte finale del match con l’uno contro uno attuato sulle corsie esterne abbiamo creato molti problemi alla difesa avversaria  ma non posso dire con certezza che avremmo vinto la partita in condizioni normali». Anche il presidente Massimiliano Santopadre è di poche parole : «Non posso che rivolgere le mie condoglianze ai famigliari del tifoso, è un episodio che ci ha lasciato senza parole».

FOTO: SI ROMPE PALO NELLA NORD, INTERVENTO DEI POMPIERI

Carbone Il tecnico della Ternana Benito Carbone  si è soffermato soprattutto sull’atteggiamento dei tifosi di casa: «Prima di ogni considerazione – ha spiegato – voglio fare i complimenti alla curva del Perugia. Sono stati straordinari, i ragazzi biancorossi hanno rimosso subito gli striscioni appena si sono accorti di quanto stava accadendo in gradinata.  Un gesto di grande sensibilità e civiltà. Ho giocato per sei anni in Inghilterra e pensavo che solo laggiù  potesse essere possibile una cosa del genere. Invece i sostenitori del Perugia hanno dato una lezione a tutti. Cerchiamo di superare mentalmente questa partita e questa situazione drammatica. Anche perché il campionato riprende subito ma davanti a questioni così gravi era giusto fare quello che è stato fatto. Abbiamo diversi giocatori acciaccati, quindi al più presto dobbiamo fare il punto perché martedì sera arriva prestissimo».

Falletti Ha provato ad analizzare la situazione delicata del pomeriggio del Curi anche il fantasista della Ternana Cesar Falletti, uno dei migliori in campo nel derby di sabato:  «E’ drammatico chiudere un derby in questa condizione. Ci dispiace tantissimo per quello che è successo e siamo vicini ai famigliari e ai parenti di chi ha perso la vita. Mi dispiace tanto per questa persona, non so che dire perché non mi è mai successa una cosa così. Quando ho capito ho subito pensato alla mia famiglia. I giocatori e i tifosi hanno fatto la scelta giusta, perché non eravamo in condizione di giocare, la partita era finita lì. Abbiamo fatto bene il primo tempo anche se abbiamo tirato poco in porta, ma siamo arrivati bene. E’ sempre bello segnare al derby, dispiace perché siamo andati via senza i tre punti. I tifosi? Sono straordinari»

FOTO: I SINDACI, LE FORMAZIONI E LE COREOGRAFIE
FOTO: LE IMMAGINI DELLA GARA

Il ricordo di Cosmi A ricordare Osvaldo Neri è anche Serse Cosmi, ora sulla panchina del Trapani: «Addio Osvaldo – scrive -, il mio cuore è pieno di dolore. Posso semplicemente abbracciarti e stringere insieme a te la “nostra” sciarpa, baciare il nostro amato Grifo e urlare insieme la nostra gioia nel vedere quelle maglie biancorosse correre al Curi, sì, lo stadio di Renato, che sicuramente ti avrà accolto insieme al Tigre Ceccarini e tanti altri eroi del Grifo. Vi vedo già insieme a sorridere e parlare di come sarà il prossimo trionfo del Perugia! Ti voglio bene Grifone per sempre!».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250