16 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 10:32

Dancity in difficoltà congela il festival ma lancia ‘Umbria Resistance’ e crowdfunding

Dopo dieci edizioni pausa di riflessione per problemi economici e organizzativi, scatta l'edizione speciale di autofinanziamento a Foligno dal primo al 3 luglio

Dancity in difficoltà congela il festival ma lancia ‘Umbria Resistance’ e crowdfunding

Umbria Resistance. Questa la tre giorni targata Dancity che, di fronte a criticità economiche e organizzative, per quest’anno ha deciso di non sfornare l’undicesima edizione del festival di musica elettronica, ma di proporre una rassegna di tre giorni sui talenti umbri, un focus sulle ricchezze musicali del territorio, protagoniste degli eventi in programma principalmente a Palazzo Trinci (Foligno) dal primo al tre luglio.

Dancity sforna Umbria Resistance Gli organizzatori nell’annunciare l’evento chiariscono subito: «Dancity non si ferma, resiste e da qui Umbria Resistance un’edizione speciale di autofinanziamento per affezionati, curiosi e passanti che potranno scoprire gli artisti più significativi della regione e dare il proprio contributo per supportare l’associazione culturale Dancity che, dopo la strepitosa decima edizione, si è trovata a gestire alcune problematiche, di natura principalmente economico-organizzativa, che hanno giocato un ruolo chiave nella scelta del proprio futuro». Da qui la decisione di congelare per un anno il festival «una pausa di riflessione per lo sviluppo della migliore carta da giocare nel 2017, che non significa rimanere fermi, ma, anzi, valorizzare ciò che di meglio offre il territorio, attraverso un focus sugli artisti umbri». La formula sarà quella collaudata di un weekend intenso, con esibizioni a partire dal pomeriggio fino alla sera, in cui la maggior parte degli eventi sarà ad ingresso gratuito.

Arti visive e workshop per bimbi Il luogo principale che ospiterà questo progetto sarà Palazzo Trinci, uno dei palazzi storici più importanti della di Foligno, che sarà valorizzato e contaminato con preziosi elementi di ricerca e qualità. La sezione arti visive di quest’anno e l’intero artwork di Umbria Resistance si concentrano sul concetto di collettività attraverso una serie di interventi artistici e soluzioni d’allestimento. Il filo conduttore è la condivisione di un messaggio e, in particolare, di un’esperienza vissuta insieme che si concretizza nella presenza di immagini presenti nella grafica e disseminate nel tessuto urbano che ripercorrono i dieci anni del Festival, con l’intento di rendere omaggio a chi ha creduto e continua a credere in questo progetto. Il laboratorio didattico rivolto ai bambini Dancity School per l’edizione 2016 è dedicato ai Sound objects: oggetti qualsiasi e di uso comune che vengono trasformati in “strumenti” tramite un’analisi delle qualità tattili e timbriche di ciascun oggetto e semplici sistemi di amplificazione.

Crowdfunding online  Il workshop, realizzato in collaborazione con la coop sociale La Locomotiva, è rivolto a due fasce di età: dai 6 agli 8 anni e dai 9 ai 13 e sarà condotto dalla psicologa Rossella Angelozzi insieme al sound artist Fabio Perletta. Per sensibilizzare il numeroso pubblico che negli anni si è affezionato al Festival, Dancity ha realizzato un crowdfunding online attraverso il quale poter dare il proprio contributo per supportare le attività dell’associazione, sostenendo così una realtà che fa parte della storia del nostro territorio e del futuro della nuova generazione di appassionati di musica. Si parte da un piccolo contributo di 20 euro per arrivare a cifre più sostanziose: per ogni piccola o grande, ma comunque preziosa donazione ci sarà una ricompensa. «Dancity ancora una volta si apre al territorio e si appella al proprio pubblico, sempre numerosissimo, e ai propri sostenitori per vivere insieme questa nuova avventura e dare un supporto, morale e non: l’1, il 2 e il 3 luglio è il turno di tutti, non solo di Dancity».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250