giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 22:23
8 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 20:42

Dalla Quintana ai Ceri fino ai Terzieri: palii e rievocazioni dell’Umbria si incontrano a Magione

Sabato 23 e domenica 24 la prima edizione di 'Tradizioni al castello'. Cecchini: «Uno sguardo d'insieme alle nostre belle manifestazioni»

Dalla Quintana ai Ceri fino ai Terzieri: palii e rievocazioni dell’Umbria si incontrano a Magione
La presentazione in Regione

di E.M.

Palii, rievocazioni storiche e manifestazioni folkloristiche da tutta l’Umbria per la prima volta insieme. La giostra della Quintana di Foligno accanto al Palio dei Terzieri di Città della Pieve. Accadrà a Magione il 23 e 24 luglio, nella suggestiva cornice del castello dei Cavalieri di Malta, in occasione dell’evento “Tradizioni al castello: l’Umbria si incontra a Magione”. Un’iniziativa mai sperimentata prima, che vedrà protagonisti quindici comuni, ognuno con il suo bagaglio storico-culturale.

L’idea La kermesse è organizzata dall’associazione culturale “Laboratorio Magione”, insieme al Fai Trasimeno, la Cooperativa dei pescatori del Trasimeno e l’Ordine dei Cavalieri di Malta. «L’obiettivo è di mettere insieme tanti eventi per promuovere la cultura e la storia che la nostra regione può offrire a turisti e visitatori», ha spiegato nel corso della conferenza stampa il presidente dell’associazione magionese Diego Contini. La “scommessa” per i promotori è quella di far conoscere le diverse realtà del territorio mettendo insieme le varie rievocazioni storiche umbre: non solo quelle famose come i Ceri di Gubbio, ma anche quelle meno note come la rievocazione della battaglia di Annibale di Tuoro sul Trasimeno. Un’ottima occasione, secondo l’assessore regionale Fernanda Cecchini, sia per dare uno sguardo d’insieme alle tante manifestazioni che per attrarre turisti. «Stare insieme è meglio che stare da soli – ha commentato – si può guardare le manifestazioni da un punto di vista diverso, osservandole nel complesso».

Il programma Le logge del castello dei Cavalieri di Malta per l’occasione saranno adibite a sale da esposizione per abiti, foto e tutto il materiale che ogni comune vorrà mostrare. Il 23 e il 24 luglio le porte saranno aperte al pubblico dalle 15 alle 19, per assistere a spettacoli e dimostrazioni in costume guidate dai protagonisti dei vari palii e rievocazioni, mentre su un maxi schermo saranno proiettati i dvd realizzati dagli enti organizzatori. Sabato 23 sarà il momento dedicato alla tradizione culinaria, con la “cena al castello”: 100 posti su prenotazione per degustare prodotti tipici e vini, mentre esperti e storici del territorio parleranno di eventi e personaggi che hanno fatto la storia dell’Umbria.

I partecipanti A esporre saranno il comune di Perugia (Perugia 1416), il comune di Gubbio (Ceri e tavole eugubine), il comune di Passignano sul Trasimeno (Palio delle barche), il comune di Città della Pieve (Palio dei Terzieri), il comune di Todi (Città degli Arcieri), il comune di Monteleone di Orvieto (La giostra del Giglio), il comune di Torgiano (Compagnia dei vignaioli), il comune di Corciano (Gruppo dei tamburini e Corciano castello di vino), il comune di Assisi (Calendimaggio), il comune di Spello (Infiorata), il comune di Castiglione del Lago (Gruppo folkloristico Agilla e Trasimeno), il comune di Tuoro sul Trasimeno (Rievocazione della battaglia di Annibale), il comune di Foligno (Giostra della Quintana) e il comune di Magione (Palio del Giogo).

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250