giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 15:33
31 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:38

Dai Caraibi a Montecchio fino al ‘Muccassassina': la storia di Jonathan Heitch finalista di ‘Top Dj’

Il giovane classe 1988 protagonista delle feste nel celebre locale di Roma sbarca su Italia1

Dai Caraibi a Montecchio fino al ‘Muccassassina': la storia di Jonathan Heitch finalista di ‘Top Dj’
Jonathan Heitch con Paul van Dyk

Da Santo Domingo a Montecchio fino a Top Dj, la trasmissione di Italia1. È una storia già bella, ma verosimilmente destinata ad arricchirsi di ulteriori pagine importanti, quella di Jonathan Garcia in arte Jonathan Heitch, classe 1988, arrivato dai Caraibi al borgo della provincia ternana alla tenera età di tre anni ma già oggi tra i più talentuosi dj italiani in cerca di successo.

Da Montecchio al Muccassassina Tant’è che domenica tra i dieci finalisti della trasmissione Mediaset è spuntato anche Jonathan, che proprio grazie al padre si è avvicinato ai dischi. Figlio d’arte e studente dell’Accademia delle Belle Arti di Roma, città che lo ha fatto avvicinato alla club culture, diventando uno dei maggiori pr di due note serate techno, Techno music e Deep house. Così Jonathan si è avvicinato ai maggiori dj della scena internazionale che lo hanno convinto a virare il proprio percorso di studi verso un corso specifico che gli ha dato la spinta per entrare a pieno nel mondo del Djing.

Jonathan Heitch finalista di Top Dj Tempo tre mesi e ad aprile 2015 vince la prima edizione del contest “Mini Pop Up Mix Cup” organizzato da Dimensione Suono Roma in collaborazione con Mini. La vittoria gli ha aperto le porte di alcuni dei maggiori locali romani, come il Mucca assassina in cui ora si esibisce come dj dandogli la possibilità di mixare, come fa Jonathan, sonorità latine con proposte House, rendendo il suo sound tanto «ricercato quanto trasversale» come viene definito dagli addetti ai lavori. Uno stile originale che gli ha permesso di superare le selezioni per Top Dj’s di Italia1, arrivando tra i 10 finalisti.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250