mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 07:08
1 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 14:18

Da Spada a Guarducci, 30 anni di Todi festival al Teatro comunale

Il programma di venerdì: protagoniste anche Fabrizio Bosso e Sergio Cammariere

Da Spada a Guarducci, 30 anni di Todi festival al Teatro comunale
Spada, Rossini e Guarducci

Trent’anni di Festival raccontati dal suo ideatore e da chi ne ha ricevuto l’eredità. Silvano Spada ed Eugenio Guarducci, venerdì 2 settembre, alle 18.30 ai Voltoni di piazza del Popolo, saranno protagonisti di A Spada tratta: 30 anni di Festival. Insieme alla giornalista Valentina Parasecolo, Spada e Guarducci ripercorreranno la storia della manifestazione in un incontro informale, tra aneddoti, curiosità e personaggi che hanno segnato tre decenni di evento. Insieme al fondatore del Festival e al direttore artistico dell’edizione 2016, interverrà, per le conclusioni, il sindaco di Todi, Carlo Rossini.

Il programma Venerdì sarà anche la giornata di Sergio Cammariere. Il cantautore si esibirà alle 21 sul palco del Teatro Comunale, con la partecipazione speciale del celebre trombettista jazz, Fabrizio Bosso. A precedere l’appuntamento serale, alle 19 al Nido dell’Aquila, Il Barbiere dell’Isola. La divertente commedia, scritta da Marina Pizzi, è interpretata da Francesco Maria Cordella, Carmen di Marzo ed Enzo Casertano, suoni e musica di Francesco Maria Cordella, costumi di Adelia Apostolico. Nell’Isola di Ponza è il giorno della festa di San Silverio, santo patrono dell’isola di Ponza, dove Vincenzo, hairdresser di grido a Milano poi tornato nell’isola, Fiore, una cantante in attesa dell’occasione giusta, e Fortunato, istrionico italo-americano tornato per la festa, intrecciano le loro storie. Spazio alla letteratura, alle 17 alla sala del Consiglio, con la presentazione del libro La femmina nuda di Elena Stancanelli, finalista all’ultima edizione del Premio Strega. Ad aprire la giornata di venerdì, alle 11, nel Duomo di Todi, il concerto di voce e organo Il Sacro e il Profano.

Non solo Todi Todi Festival valorizza anche il territorio tuderte. L’edizione del trentennale, infatti, coinvolge anche le frazioni comunali, con piccoli e grandi tesori del patrimonio storico-culturale che hanno riaperto i battenti proprio in occasione della manifestazione, unendo il fascino di location meno note con la magia del teatro e del cinema. è questo il caso del Castello di Petroro dove, mercoledì 31 agosto, l’Accademia Nazionale dell’Arti, del direttore artistico Federica Tatulli, ha messo in scena uno spettacolo ispirato alle Metamorfosi di Ovidio. Il castello è stato ristrutturato e riaperto al pubblico proprio in occasione del Festival e mercoledì ha visto animarsi di un pubblico da tutto esaurito, dopo aver aperto al pubblico, per le molte richieste, anche la prova generale. Successo pieno per il primo appuntamento di Teatroxcasa, format che porta lo spettacolo direttamente nel salotto di chi vuole ospitarlo. Mercoledì è stata la volta di Casa Manto Verde, in vocabolo San Giorgio.

Altri spettacoli E ancora, giovedì 1 settembre, nella straordinaria cornice dell’ex Granaio annesso al Castello di Montenero, dove il Teatro di Sacco metterà in scena (ore 21) Combustibili, spettacolo liberamente tratto da Les Combustibles di Amélie Nothomb, per la regia di Samuele Chiovoloni. Lo spettacolo racconta la forzata reclusione di tre personaggi – il Professore universitario, il suo assistente Daniel e la giovane studentessa Marina – che si confrontano su testi e autori della letteratura occidentale, un pretesto per indagare sulla natura degli eventi e per tracciare tre profili generazionali. Lo spettacolo ha fatto registrare rapidamente il sold out. Di nuovo in una frazione, questa volta nella piazza di Izzalini, per l’edizione speciale di All’Ombra del Castello. Per l’occasione del trentennale, la rassegna cinematografica incontra il Todi Festival, dando vita a un’originale serata di cinema dedicata al maestro Mario Monicelli. Sarà proiettato il suo Risate di Gioia, l’unica pellicola in cui Totò recita insieme a Anna Magnani. A completare il cast, Ben Gazzara nei panni del furbo Lello. In occasione della proiezione, venerdì 2 settembre alle 21, sarà presente anche la moglie di Gazzara, Elke.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250