SPECIALE FESTIVAL DI SPOLETO | 24 giu 2016

Da Chicco Testa a Gianni Letta, tutti in fila per la prima del Due Mondi

Passerella al Nuovo-Menotti per l'opera 'Le Nozze di Figaro', ma l'ingresso più singolare è del sindaco Cardarelli. Marini: «Ferrara ha dato un futuro al Festival»

Da Chicco Testa a Gianni Letta, tutti in fila per la prima del Due Mondi

MULTIMEDIA

Guarda le foto

di Chiara Fabrizi

Gianni Letta, Chicco Testa e Corrado Augias. Ma anche Carla e Anna Fendi. Questi alcuni dei protagonisti della passerella del Due Mondi che si è aperto con la prima dell’opera, Le Nozze di Figaro per la regia del direttore artistico del Festival, Giorgio Ferrara, mentre a dirigere l’Orchestra giovanile Cherubini è il maestro James Conlon. Tanti gli ospiti che venerdì sera hanno sfilato di fronte al Nuovo-Menotti prima di accomodarsi a teatro dove si è registrato il tutto esaurito.

Passerella Due Mondi: fotogallery

Marini: «Ferrara ha dato un futuro al Festival» Tra questi anche le massime autorità dell’Umbria, a cominciare dalla presidente Catiuscia Marini, accompagnata dall’assessore Fernanda Cecchini e dalla presidente del consiglio regionale Donatella Porzi: «Siamo in presenza dell’appuntamento più antico per la cultura di questa regione e non solo, il Festival di Spoleto anche quest’anno propone appuntamenti straordinari e di questo va dato merito al direttore Ferrara che ha saputo reinventare il futuro del Due Mondi, dandogli personalità e rimettendolo al centro della scena culturale mondiale».

Prefetti e magistrati Abbracci e sorrisi tra l’ex prefetto di Perugia Vincenzo Cardellicchio, l’ex questore Arturo De Felice e l’attuale prefetto Raffaele Cannizzaro, presente anche il prefetto di Terni, Angela Pagliuca. Tra loro anche il procuratore generale Fausto Cardella, il presidente della Corte d’Appello Perugia Mario Vincenzo D’Aprile e il presidente del tribunale di Spoleto, Emilia Bellina. L’ingresso più singolare, lo ha offerto il sindaco di Spoleto e presidente della Fondazione Festival, Fabrizio Cardarelli, arrivato di fronte al teatro con una Fiat Seicento multipla degli anni Sessanta guidata dal collezionista Aleandro Piccioni.

Il sindaco arriva con la Seicento A bordo la moglie del primo cittadino, il presidente del consiglio comunale Giampiero Panfili e signora, mentre ad attenderli diversi esponenti di giunta, tra questi il vicesindaco Maria Elena Bececco, l’assessore Gianni Quaranta e il collega Antonio Cappelletti. Tra la folla anche i mecenati Anna e Tommaso Addario, Giuliano Ferrara e la moglie Anselma Dell’Olio. Con mezz’ora di ritardo si è alzato il sipario sulla prima di Spoleto59, l’opera Le Nozze di Figaro.

Twitter @chilodice

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO