lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 07:20
21 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:27

Da Ascanio della Corgna a Boccaccio, dagli Oblivion a Tosca: Corciano festival torna in grande stile

Presentata la 52esima edizione dell'Agosto corcianese. Il Comune: «Eventi di grande qualità, stop polemiche sui conti». Tutto il programma

Da Ascanio della Corgna a Boccaccio, dagli Oblivion a Tosca: Corciano festival torna in grande stile
Corciano Festival

Dal teatro di Maurizio Schmidt con le novelle del Decameron di Boccaccio, alla sezione musica che proporrà concerti di ogni genere tra musica contemporanea, classica e d’autore, tra i quali quelli di Tosca e degli Oblivion. Sarà questo e molto altro il Corciano Festival/Agosto Corcianese, che tornerà con la sua 52esima edizione dal 6 al 21 agosto 2016. Organizzato dal Comune e dalla Pro Loco di Corciano, è da sempre un’interessante, vivace e ricca alchimia di spettacoli e incontri dedicati all’arte visiva, al teatro, alla musica, alla letteratura e alla memoria delle proprie origini. L’edizione 2016, in occasione dei 500 anni dalla nascita, ruoterà intorno alla figura e alla storia di Ascanio della Corgna.

IL PROGRAMMA

Betti: «Programma di qualità» Per il sindaco Cristian Betti «il programma, il cui fulcro è la celebrazione dei 500 anni dalla nascita di Ascanio della Corgna è di assoluta qualità. Dal Teatro alla Musica, passando per le arti visive, vivremo delle emozioni meravigliose. Ogni angolo del Borgo verrà valorizzato. Tutto ruoterà attorno al filo conduttore della ‘contaminazione’, che costituisce la cifra stilistica di Corciano Festival». L’assessore Lorenzo Pierotti invita a placare le polemiche. «Le cronache, in questi giorni, ci hanno offerto un dibattito in cui, al di là delle singole voci, ad essere messo in discussione, alla fine, è il valore della cultura. E’ sbagliato legare questo aspetto ad un mero discorso di denaro, di fondi, di contributi; lo abbiamo vissuto anche noi, nel nostro Comune, con le interrogazioni riguardanti il rendiconto del Festival. Niente di più errato; ciò di cui tenere conto è arricchire l’offerta culturale ed è importantissimo continuare ad investire in tal senso. Se il soggetto pubblico da solo non ce la fa, può e deve essere affiancato da privati».

Mostre su Ascanio In occasione delle iniziative culturali per il cinquecentesimo anniversario della nascita di Ascanio Della Corgna – che ha visto e vedrà diversi appuntamenti rievocativi tra 2016 e 2017 in 10 Comuni umbri – il Comune di Corciano, in collaborazione con la Società Bibliografica Toscana, presenta la grande mostra “Ascanio della Corgna, i turchi e la battaglia di Lepanto”, a cura di Tiziana Biganti e Giovanni Riganelli, che sarà inaugurata il primo giorno del Festival e che rimarrà in esposizione nella Chiesa di San Francesco fino al 2 ottobre 2016, così da permettere alle scuole del territorio di poterla visitare. L’esposizione approfondirà sia la storia del condottiero sia le fasi salienti di quel secolo, fino alla battaglia di Lepanto che, di fatto, si colloca come spartiacque nella storia del Mediterraneo di quei tempi. A cura di Andrea Baffoni e Francesca Duranti, il Corciano Festival ospita anche un interessante appuntamento, riservato ai giovani artisti e designer e dedicato al primo marchese della Corgna, con la mostra “Fiero Condottiero: Allegorie tra arte e design su Ascanio della Corgna”. La mostra, realizzata da giovani artisti e dislocata all’interno degli spazi del centro storico, affronterà il tema del “guerriero”, inteso metaforicamente come spunto per riflettere sulla condizione del ‘fare arte oggi’, o più opportunamente del ‘vivere oggi’. Gli artisti protagonisti: Giuliano Andreassi, Federica Braconi, Alessandra Baldoni, Cristiano Carotti, Filippo Fanini, Roberto Ghezzi, Pierre Moretti, Laura Patacchia, Jelena Panjkovic, Frikete Topalli e Skizzo.

Altre mostre Prevista una sezione dedicata agli studenti di fotografia del NID (Nuovo Istituto di Design), che si sono voluti confrontare con questa singolare tematica. I protagonisti: Federica Lampone, Barbara Delli Franci, Valeria Schettino, Irene Marchionni, Valentino Petrosino, Eleonora Reali, Giorgia Marcucci. E ancora, tra i tanti incontri con l’arte: la presentazione del restauro dell’altare del Rosario; una visita guidata ai luoghi corgneschi di Corciano nell’età dei Della Corgna e, torna anche quest’anno “L’arte del Porre e del Levare”, la visita tematica ai luoghi d’arte di Corciano; nella Sala del Consiglio Comunale, il Centro Internazionale per la pace fra i popoli presenta 99 opere del maestro Aldo Canzi nella mostra “Orme. Eventi nel mondo del III millennio” e la professoressa Annie Regond dell’Università di Clermont-Ferrant (Overnie, Francia) presenterà la sua ricerca storica “La Battaglia di Lepanto, una rappresentazione impossibile”, collegandosi e raccontando le opere esposte nella mostra “Ascanio della Corgna, i turchi e la battaglia di Lepanto”. Inoltre, nell’anno della sua trasformazione, la Banca di Mantignana presenta le pubblicazioni che ha curato a favore dell’editoria per la promozione e la conoscenza del territorio.

I concerti Tra i protagonisti, il Festival ospita la cantante e attrice Tosca che presenterà il 17 agosto il suo “Appunti Musicali dal Mondo”, un concerto elegante e raffinato che farà viaggiare il pubblico in terre lontane e meravigliose grazie alla musica. La serata si svolgerà nella splendida Piazza Coragino e vedrà l’artista accompagnata dalla Corciano Festival Orchestra con la direzione e gli arrangiamenti musicali a cura di Alessandro Celardi. Lunedì 8 agosto andranno in scena gli Oblivion, il gruppo musicale-teatrale, per una serata all’insegna del musical e del divertimento attraverso mash-up, parodie, duetti impossibili e canzoni strampalate. I cinque musicisti-attori saranno accompagnati dalla Corciano Festival Orchestra diretta dal Maestro Celardi. Una ‘gloria corcianese’, Cristiano Arcelli, uno dei più interessanti saxofonisti del jazz mondiale, torna nella sua città natale insieme alla cantante di fama internazionale Cristina Zavalloni, affiancati dal contrabbasso di Daniele Mencarelli e dalla batteria di Alessandro Paternesi, con la loro ultima ‘fatica’ discografica “Special Dish”, giovedì 11 agosto. Domenica 7 agosto il Festival ospita il Quintetto Papageno, mentre il 12 agosto la Corciano Festival Orchestra sarà protagonista di un concerto con musiche dall’Archivio del Concorso di Composizione per Banda. Sabato 13 agosto, Piazza Coragino sarà il palco del Concerto della Banda Filarmonica di Corciano, un evento per ricordare il quarantesimo anniversario della scomparsa del Maestro Mariano Bartolucci. Il concerto a chiusura del Festival, domenica 21 agosto, vedrà un’esibizione ancora della Corciano Festival Orchestra.

Teatro Torna a Corciano Farneto Teatro con un progetto di Maurizio Schmidt e Elisabetta Vergani: Decameron di Giovanni Boccaccio, dieci novelle di fortuna, amore, ingegno e addirittura di virtù! Con la regia di Maurizio Schmidt e la direzione musicale di Cristiano Arcelli. Lo spettacolo andrà in scena giovedì 18, venerdì 19 e sabato 20 agosto alle ore 21.30 al Giardino dell’Asilo Comunale di Corciano. I novellatori: Ludovico Fededegni, Antonio Gargiulo, Luca Mammoli, Marco Sgrosso, Irene Timpanaro, Silvia Valsesia, Elisabetta Vergani; i musicanti Cristiano Arcelli (fiati), Sara Calvanelli (fisarmonica), Leonardo Ramadori (percussioni).

Presentazione di libri La sezione dedicata alla letteratura presenterà incontri con autori, letture e un’interessante discussione sulla nuova narrativa locale. A cura del giornalista e scrittore Giovanni Dozzini, tre incontri letterari da mercoledì 17 a venerdì 19 agosto: il primo incontro ospita la presentazione del suo ultimo libro “La scelta” (Ed. Nutrimenti). Giovedì 18 un importante dibattito sullo stato della nuova narrativa umbra dal titolo ‘Qui non c’è il mare': negli ultimi anni numerosi scrittori nati in Umbria dopo il 1970 si stanno affermando sul mercato editoriale nazionale, segnalandosi all’attenzione della critica e il Corciano Festival metterà a confronto alcuni dei più significativi di loro, nel tentativo di indagare ragioni e implicazioni della loro fortuna. A dibattito: Gianni Agostinelli (Ed. Del Vecchio), Giovanni Dozzini (Ed. Nutrimenti), Matteo Pascoletti (Ed. effequ), Sergio Rossi (Ed. Feltrinelli) e Caterina Venturini (Ed. Rizzoli). Il terzo incontro vedrà la presentazione del romanzo “I pesci devono nuotare” (Ed. Rizzoli) dello scrittore e giornalista del Corriere della Sera Paolo Di Stefano.

Rievocazioni storiche Il 13 agosto spazio alle Serenate dei Menestrelli. Il 14 agosto la consueta Processione del lume e il 15 l’atteso Corteo storico del Gonfalone. Tutta la comunità partecipa a questa processione che ogni anno, dal 1969, viene riproposta con sempre migliori costumi ed arredi e che, come le altre iniziative storiche, mantiene viva la tradizione. Nelle tre giornate di rievocazioni, alle ore 22.30 ai Giardini del Torrione di Porta Santa Maria, sarà aperta l’ “Hostaria” che offrirà momenti di prelibate degustazioni e tante animazioni per il divertimento dei visitatori.

Novità Tra le tante le novità di quest’edizione: i Giochi medievali popolari tra i rioni del Castello di Corciano, quali il tiro con l’arco, tiro alla fune, la corsa dei sacchi, la corsa dei travi e il gioco della palla; la serata dedicata a Bacco e al vino con allegorie realizzate dai giovani corcianesi, testi a cura della Pro Loco di Corciano e la regia di Domenico Madera. Infine la “Taverna”, spettacolo fra gli spettacoli, anche quest’anno accoglierà gli ospiti con qualche novità, offrendo le eccellenze del territorio, i presidi Slow Food dell’Umbria e preparazioni tradizionali in sintonia con l’evento in calendario per la serata.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250