giovedì 20 giugno - Aggiornato alle 07:05

Villa Solomei, al festival anche Ute Lemper che canta la Dietrich. Paese ospite sarà l’Argentina

A Solomeo, per la 21esima edizione, la rassegna si tinge di bianco e di azzurro. C’è attesa per lo spettacolo della Lemper che racconta la storia della Dietrich tra meravigliose canzoni

Villa Solomei, conferenza stampa del festival

di D.N.

Il festival Villa Solomei 2019 sarà acceso dalla straordinaria voce e dal carisma di Ute Lemper e si tingerà di bianco e di azzurro. Questi, infatti, i colori dell’Argentina, che quest’anno sarà il Paese ospite a Solomeo nella prima giornata del festival, venerdì 28 giugno. Terra di mille passioni che contaminerà con le sue melodie e gli imperdibili tangueros le varie location del borgo. A presentare le novità di quest’anno è stato il direttore artistico Fabio Ciofini e la presidentessa del Coro Canticum Novum Federica Cucinelli, sempre più soddisfatti del successo crescente che di anno in anno raccoglie il Festival Villa Solomei. Ma la star più attesa, sabato 29 giugno, sarà Ute Lemper con il suo ‘Rendezvous with Marlene’ (con Vana Gierig – pianoforte, Cyril Garac – violino, Romain Lecuyer – contrabbasso, Matthias Daneck – batteria), per un omaggio a Marlene Dietrich.

Ute racconta e canta Marlene Spettacolo basato su una telefonata di tre ore tra Marlene Dietrich e Lemper nel 1988 a Parigi, 30 anni fa. Ute era solo all’inizio della sua carriera in teatro e nella musica, mentre Marlene aveva alle spalle una lunga vita piena di film, musica, incredibili collaborazioni, e per lei fu un vero regalo poter ascoltare Marlene parlare della sua vita, del suo lavoro, del suo amore per il poeta Rilke, della sua complicata relazione con la Germania, del suo dolore e delle sua attrazioni. Quando Ute interpretò la parte di Lola nella produzione de ‘L’Angelo Azzurro’ a Berlino nel 1992, il ruolo che rese Marlene la star di Angelo Azzurro nel 1928, Marlene morì a Parigi, esattamente 6 giorni prima della premiére berlinese. Dopo il suo funerale a La Madeleine, Marlene fu infine sepolta a Berlino. Ute racconta la storia di Marlene, cantando le meravigliose canzoni che hanno segnato i vari capitoli della sua vita, dagli anni del Cabaret Berlinese alle collaborazioni con Burt Bacharach.

Programma Domenica 30 giugno chiuderà la kermesse, come di consueto, il Coro Canticum Novum che, accompagnato da Lucia Casagrandi Raffi (soprano), Elisabetta Pallucchi (contralto), David Sotgiu (tenore), Ferruccio Finetti (basso) e dall’Orchestra da Camera di Perugia sotto la direzione del M° Fabio Ciofini, eseguirà il Requiem Kv 626 di W.A. Mozart. Cinque gli spettacoli in programma ogni giorno, dalle 17,30 alle 21,15 – orario di inizio del concerto serale ‘Sotto le stelle’ previsto in anfiteatro, con piccole variazioni rispetto all’impianto tradizionale. Si inizierà, infatti, alle 17,30 in teatro (e non più in chiesa) dal quale poi partirà un percorso circolare attraverso il paese – con una nuova location per il concerto aperitivo – per poi arrivare per il concerto finale in Anfiteatro. Le presentazioni musicologiche dei concerti saranno a cura di Silvia Paparelli. I concerti, come sempre, saranno ad ingresso gratuito.

I commenti sono chiusi.