Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 26 novembre - Aggiornato alle 09:38

Veltroni a Castiglione del Lago presenta ‘La Scelta’: ingresso gratuito al teatro

Il romanzo fotografa un momento cruciale: quell’istante in cui il fascismo di Mussolini si disgrega sotto le bombe

Walter Veltroni

«La scelta alla quale furono costrette tutte le famiglie italiane in quei giorni di luglio di tanti anni fa è la scelta che si rende necessaria quando la storia bussa alla porta di ogni appartamento, di ogni famiglia, di ogni casa e costringe a decidere che strada prendere. In fondo, è purtroppo quel che sta succedendo non molto lontano da qui, in Ucraina, in questi giorni». Sabato 19 novembre alle ore 11 nella sala del Teatro di Palazzo della Corgna Walter Veltroni presenta al pubblico castiglionese il suo ultimo romanzo “La scelta” (Rizzoli) nell’ambito della rassegna libraria “Narrazioni: storie, racconti, scritture”, organizzata dal Comune di Castiglione del Lago, in collaborazione con Libri Parlanti e Biblioteca Comunale.

Veltroni «Io spero che il mio libro – spiega sempre Veltroni – aiuti a far capire come quella storia è stata la nostra storia e può tornare ad essere la nostra storia. Nessuno, tantomeno io quando ho scritto il libro, pensava che succedesse quello che sta succedendo alle porte dell’Europa». Il romanzo di Veltroni fotografa un momento cruciale, nella storia del Novecento italiano: quell’istante in cui il fascismo di Mussolini si disgrega sotto i colpi delle bombe, per lasciare un vuoto ancor più terribile. Siamo a Roma, nei giorni afosi del luglio 1943. In una casa di un quartiere popolare, Margherita, quattordici anni, diventa donna e si sente sola. Suo fratello Arnaldo, diciottenne ribelle, è ormai lontano. La madre Maria cerca il cibo per sfamare la famiglia. Il padre Ascenzo, usciere all’agenzia di stampa Stefani, accudisce con devozione personale e politica il fascistissimo presidente Morgagni. Padre e figlio sono nemici. Nemici che si vogliono bene. Ma nemici. Margherita è smarrita, la paura che tracima dal cuore. Intanto arrivano giorni decisivi per il destino dell’Italia: la convinzione che la città eterna, con i suoi simboli, sia intoccabile va in frantumi.

La storia È luglio, il sole riscalda le strade, ma all’improvviso il cielo si oscura. A San Lorenzo piovono bombe. Mentre il mondo di prima scompare, ogni membro della famiglia De Dominicis deve fare i conti con un presente che scaglia l’uno contro l’altro. In sei giorni Roma è bombardata dagli Alleati e Mussolini cade. La Storia corre veloce e mette tutti con le spalle al muro. È, in ogni casa italiana, il momento della scelta. Walter Veltroni racconta di generazioni diverse che, ieri come oggi, devono ricominciare a parlarsi. Perché solo quando i figli affrontano i padri, e i padri, almeno per un attimo, si ricordano di essere stati figli, è possibile lasciarsi il buio alle spalle, aprire porte e finestre al futuro.

Profilo Walter Veltroni è stato direttore dell’Unità, vicepresidente del Consiglio, sindaco di Roma, segretario del Partito Democratico e candidato premier alle elezioni politiche del 2008. È editorialista del Corriere della Sera e della Gazzetta dello Sport. Tra i suoi libri ricordiamo i romanzi “L’inizio del buio” (2011), “L’isola e le rose” (2012), “Ciao” (2015), “La scelta” (2022); i gialli del commissario Buonvino (2019, 2020, 2021); i saggi Labirinto italiano (2020) e “Il caso Moro e la Seconda Repubblica” (2021) e “Storie che parlano di noi” (2022). Ingresso gratuito: prenotazioni al numero 075 9658260.

I commenti sono chiusi.