Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 8 dicembre - Aggiornato alle 15:36

Un’amicizia nata grazie a un errore: sabato a Perugia il figlio di Mario Rigoni Stern

Appuntamento sabato 20 al cinema Sant’Angelo. Presenti anche Sara Luchetta e Niccolò Scaffai

Mario Rigoni Stern

di Dan.Bo.

È anche grazie a un piccolo errore contenuto in un libro di suo padre che Giovanbattista Rigoni Sterni, figlio di Mario, sarà sabato a Perugia per un incontro sulla figura di uno scrittore entrato di diritto nella storia della letteratura italiana. Giovanbattista, per tutti Gianni, sarà ospite al teatro comunale Sant’Angelo sabato 20 novembre alle 16.45 per un’iniziativa organizzata dalla Società di mutuo soccorso di Perugia, da NaturAvventura e dagli «Amici di Dino Frisullo». Oltre a Rigoni Stern parteciperanno Sara Luchetta e Niccolò Scaffai, docenti alla Ca’ Foscari di Venezia e all’Università di Siena.

Storia di un’amicizia Tempo fa Daniele Crotti, biologo perugino, ha notato un errore riferito al suo lavoro in un libro di Rigoni Stern; di quell’errore ha parlato in una mailing list di microbiologi, ricevendo poi la risposta di una docente, che tra le altre cose è la moglie di Gianni Rigoni Stern. Così è nata l’amicizia tra le associazioni perugine che hanno organizzato l’iniziativa – che cade nell’anno in cui si celebra il centenario della nascita dello scrittore – e la famiglia Stern, cementata anche da alcune visite ad Asiago, terra di Rigoni Stern.

L’incontro «Sono nato ad Asiago nel 1921 – raccontava lo scrittore – in una casa appena ricostruita sulle macerie della Grande Guerra, da una famiglia che da secoli esercitava i commerci tra montagna e pianura, ma che anche aveva dato medici e ingegneri forestali. Mio padre era stato congedato come ufficiale subalterno di fanteria, mia madre proveniva da una famiglia dove era alto lo spirito risorgimentale». Sabato Luchetta parlerà dei luoghi di Mario Rigoni Stern da una visione «geografico-letteraria»: laureata in Filologia moderna con dottorato in Geografia, Luchetta si è occupata in modo particolare del ruolo del nome dei luoghi nei racconti e. nei romanzi di Mario Rigoni Stern. Oggi è ricercatrice presso la Ca’ Foscari di Venezia e autrice del saggio «Dalla Baita al ciliegio. La montagna nella narrativa di Mario Rigoni Stern».

I relatori «Scaffai, professore di Critica letteraria e letterature comparate all’Università di Siena, parlerà da un punto di vista “ecologico-letterario” – spiegano gli organizzatori – della difesa e della salvaguardia della natura in Mario Rigoni Stern e del suo antesignano spirito “ecologista”. Scaffai ha pubblicato svariati lavori tra i quali il recente “Letteratura ed ecologia. Forme e temi di una relazione narrativa”, che sarà lo spunto per la sua relazione». Gianni Rigoni Ster, uno dei tre figli dello scrittore, è un agronomo esperto di coltivazione di boschi che, da anni, è impegnato anche in una missione di solidarietà nell’altipiano di Sebrenica, in Bosnia. «Ricorderà suo padre – dicono ancora gli organizzatori – come uomo, padre e persona amante della natura ricca di una forte umanità legata al suo territorio».

I commenti sono chiusi.