mercoledì 8 luglio - Aggiornato alle 19:33

Un ‘mini’ Festival Villa Solomei: tre concerti in un giorno, dai ‘due’ Mozart alle musiche del mondo

Pur se in versione ridotta la rassegna musicale estiva organizzata a Solomeo dalla Fondazione Brunello e Federica Cucinelli si farà comunque «per dare un segnale»

Paolo Piubeni, pianista ospite del Festival Villa Solomei

di Dan. Nar.

I suoni e le note andranno da Mozart alla musica del mondo fino alla tradizione organistica d’oltralpe. Pur se in versione “mini” il Festival Villa Solomei ci sarà anche quest’anno. Ad annunciare questa particolare 22/a edizione, che si concentrerà in una sola giornata (4 luglio) e con tre concerti, è la Fondazione Brunello e Federica Cucinelli.

Mini festival «Il festival quest’anno non vestirà i colori di nessuna bandiera straniera, non avrà ospiti di grido e si farà piccolo piccolo ma ci sarà» commentano gli organizzatori che danno quindi appuntamento al “miniFestival” di Solomeo «carichi di energia e spinti dalla voglia di fare, dalla voglia di dare un segnale». Con modalità di accesso riviste, in ottemperanza alle linee guida per la riapertura delle attività anche dello spettacolo dal vivo dopo l’emergenza Covid-19, i concerti saranno comunque gratuiti. I tre appuntamenti in programma sono stati scelti per soddisfarne gusti diversi, con le presentazioni musicologiche dei concerti che saranno a cura di Silvia Paparelli.

Musica dal mondo Si inizierà alle ore 17 al Teatro Cucinelli dove Francesco Antimiani (voce) e Paolo Piubeni (pianoforte) proporranno ‘La musica del mondo’, attraverso un percorso di contaminazione alla scoperta degli albori della canzone moderna, tra la tradizione classica e quella popolare. Dalla nostra ‘Italia della radio’ nel primo dopoguerra alla canzone napoletana, dal Brasile della bossa nova al tango argentino, fino alla canzone del regime nazista, alla nascita del jazz in America e ai cafè chantant parigini. Sono annunciati tutti arrangiamenti originali al pianoforte per presentare i brani storici che hanno segnato la svolta e il passaggio dalla musica cosiddetta colta alla canzone moderna così come la conosciamo.

Concerto sotto le stelle Alle ore 19, nella Chiesa di San Bartolomeo, sarà la volta dell’organista Johannes Skudlik che proporrà al pubblico un percorso musicale attraverso la tradizione organistica d’oltralpe. Alle 21.15, infine, presso l’Anfiteatro del Teatro Cucinelli il ‘Concerto sotto le stelle’ offerto dall’Orchestra da camera di Perugia che, diretta dal maestro Ciofini, metterà a confronto la musica dei “due” Mozart: Joseph Martin Kraus (1756-1792) e il vero Wolfang Amadeus Mozart (1756-1792).

Note in sicurezza Gli spettatori ad ogni concerto troveranno le sedute distanziate «e sembrerà loro – spiegano gli organizzatori – di essere meno vicini, eppure faranno sentire più che mai la loro vicinanza a tutti quanti vivono di arte e lavorano nel mondo dello spettacolo». Unico obbligo è quello della prenotazione, valida solo a seguito di ricevuta di conferma (tel. 075 6977906 – 345 7182215, da lunedì 29 giugno a venerdì 3 luglio dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 17, o all’indirizzo [email protected]).

I commenti sono chiusi.