sabato 15 dicembre - Aggiornato alle 12:51

Un favoloso Chagall in mostra in Umbria: l’anima segreta del racconto. Opere raramente esposte

Dopo le opere grafiche di Mirò ora anche quelle dell’artista russo riempiranno di segni, colori e racconti le sale del Palazzo della Corgna a Castiglione del Lago

Les Amoureux au soleil rouge, opera grafica di Chagall in mostra

di D.N.

L’originalità dell’arte di Marc Chagall e il suo dinamismo fantastico, che lascia trapelare tutto il mondo interiore di “eterno fanciullo”, pervade anche la sua produzione grafica. Chagall riesce sempre a stupire con le sue suggestioni, portandoci alla scoperta del mondo con l’animo di un bambino. Dopo le meraviglie grafiche di Miró, Palazzo della Corgna di Castiglione del Lago ospita ora quest’altro grande esponente dell’arte del Novecento nelle tecniche incisorie. Inaugura infatti venerdì 7 dicembre alle ore 17 la grande mostra ‘Marc Chagall. L’anima segreta del racconto’.

Opera grafica L’esposizione si focalizza prevalentemente sull‘opera grafica dell’artista. Si potrà ammirare una significativa selezione di opere tratte dalla serie ‘Le Favole’ de La Fontaine, dal ciclo ‘Chagall Litographe’ ed infine due opere dell’artista russo raramente esposte, provenienti da una collezione privata italiana, nello specifico il disegno ‘Re David suona la cetra’ e il dipinto ‘Musicien et Danseuse’. La mostra è un racconto del raccontare, che consacra a buon diritto Chagall quale “artista letterario e mitologico”.

Inaugurazione La mostra, a cura di Andrea Pontalti, è promossa dal comune di Castiglione del Lago e organizzata da Sistema Museo e Cooperativa Lagodarte, in collaborazione con Aurora Group e The Art Company. All’inaugurazione del 7 dicembre saranno presenti il sindaco Sergio Batino e il curatore Pontalti che accompagnerà i presenti in una visita guidata tra le opere esposte. Sarà possibile visitare l’itinerario nella creatività poetica di questo straordinario Maestro del Novecento fino al prossimo 31 marzo 2019. Per info: www.palazzodellacorgna.it.

I commenti sono chiusi.