Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 25 ottobre - Aggiornato alle 13:32

‘Umbria on stage’, musica e teatro in quattro città: il programma. Spettacoli anche in streaming

Coinvolti gli spazi invernali cittadini più significativi di Foligno, Spoleto, Lugnano in Teverina e Cannara. Attesi James Senese ed Enrico Capuano. Due nuove produzioni Made in Umbria

Umbria on stage

‘Umbria on stage’ è un progetto per la realizzazione di spettacoli dal vivo promosso e realizzato dall’associazione Athanor Eventi con il sostegno del “POR FESR Regione Umbria 2014-2020 Asse 3 – Obiettivo specifico 3.2 – Azione 3.2.1 – Bando per il sostegno di progetti nel settore dello spettacolo dal vivo”. Il progetto prevede la diffusione nelle due provincie di Perugia e Terni di una serie di spettacoli che si realizzeranno tra il mese di novembre 2021 e febbraio 2022 negli spazi invernali cittadini più significativi di Foligno, Spoleto, Lugnano in Teverina e Cannara. Martedì 21 settembre a Perugia nella Sala Fiume di Palazzo Donini (sede della Regione Umbria) si è tenuta – alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni coinvolte e di alcuni artisti in programma – la presentazione del progetto di spettacoli teatrali e musicali in quattro città dell’Umbria e in cinque location: saranno infatti coinvolti l’Auditorium San Domenico e l’Auditorium Santa Caterina di Foligno, il Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti di Spoleto, il Teatro Thesorieri di Cannara e il Teatro Spazio Fabbrica di Lugnano in Teverina.

Musica e teatro ‘Umbria on stage’ si si compone di due sezioni: Umbria on Stage Musica con un programma che predilige la musica cantautorale e popolare italiana e Umbria on Stage Teatro, un cartellone di spettacoli di prosa che trattano tematiche sociali e di teatro civile. «In questo lungo periodo di enormi difficoltà del settore dello spettacolo dal vivo a causa dell’epidemia da Covid-19 – hanno affermato Stefano Porri e Cristina Caldani di Athanor Eventi –, il progetto “Umbria On Stage” vuole esprimere un segnale di ripresa con una programmazione “diffusa” che interessi sia spazi grandi come l’Auditorium San Domenico a Foligno o il Teatro Menotti di Spoleto che spazi più piccoli come il teatro Spazio Fabbrica di Lugnano in Teverina ed il teatro Thesorieri di Cannara. Inoltre “Umbria on stage” prevede il coinvolgimento di una nutrita rappresentanza di figure professionali e artistiche umbre, con l’obbiettivo di offrire un’opportunità occupazionale e di costituire un veicolo promozionale per un “prodotto” artistico umbro».

Ragione di Stato Due saranno le produzioni Athanor Eventi interamente “Made in Umbria”. Il primo sarà il nuovo progetto de “La Ragione di Stato” un collettivo formatosi nel 2018 in Valle Umbra Sud. La formazione si occupa di sport (in particolare, calcio) e di vicende politiche nazionali, e del loro tragicomico connubio. Le attività de “La Ragione di Stato” si concentrano essenzialmente in due settori: l’omonima pagina Facebook, che propone in chiave satirica una cronaca quotidiana delle vicende sportive e calcistiche più rilevanti; gli spettacoli teatrali e di stand-up comedy. La loro nuova produzione che debutterà il 28 novembre all’Auditorium San Domenico di Foligno sarà “Diversi da loro”, una cronaca parziale e partecipante delle vittorie sportive italiane dell’estate 2021. Lo spettacolo ricostruisce il filo che conduce dalla vittoria musicale-sportiva dei Maneskin all’Eurovision 2021 ai trionfi azzurri nelle Olimpiadi di Tokio. Al centro, gli europei 2020-2021: i loro protagonisti in campo e fuori dal campo; le trame reali e quelle immaginarie; la ricostruzione di un percorso accidentato da ostacoli, infortuni, colpi di fortuna ed eroi più o meno prevedibili. Protagonisti sul palco saranno: Stefano Mondi voce narrante, Matteo Santarelli alla chitarra, Giulio Catarinelli al basso elettrico e Francesco Guarino alle percussioni.

Rikordami La seconda produzione umbra targata Athanor Eventi è “Rikordami” un progetto interamente dedicato alla Giornata della Memoria: scritto da Antonio Fresa lo spettacolo narra la storia di due fratelli, un uomo e una donna senza nome: lui introspettivo e contenuto negli atteggiamenti, lei più espansiva e con la gioia di vivere. Giocano, ricordando diversi momenti della loro vita passata: di svaghi quotidiani rubati all’infanzia e di un viaggio, di un ultimo viaggio fatto insieme ai propri genitori e a tantissima altra gente appartenente alla loro cultura: il popolo ebraico. Il dramma vissuto dal popolo ebraico, a differenza di qualsiasi altro popolo, dai rastrellamenti alle deportazioni, dai campi di concentramento allo sterminio, è cosa che riguarda tutti. Un dovere morale quindi, quello di ricordare, che per rispetto dei popoli colpiti e dei nostri simili, ognuno dovrebbe necessariamente assolvere. In scena i due attori Cristina Caldani e Massimo Manini.

Sezione streaming Altro aspetto fondamentale di “Umbria on Stage” è la sezione “streaming”: tutti gli spettacoli, che saranno ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, saranno anche fruibili in steaming attraverso una canale Youtube dedicato, con un duplice obbiettivo, come è stato ricordato dagli organizzatori: incrementare il numero di utenti del progetto, ma anche offrire la fruizione a chi non vuole o non può prendere parte all’evento live, soprattutto nell’eventualità che le capienze degli spazi non tornino al 100% ma rimangano, come allo stato attuale, al 50% della reale disponibilità di posti. Infine, altra novità del progetto streaming sarà quella di creare dei collegamenti live, come durante lo spettacolo ‘Diversi da loro’, con giornalisti sportivi e calciatori che in quei momenti sono stati protagonisti degli avvenimenti più salienti. Un altro obbiettivo del progetto è esplorare le varie possibilità del live streaming teatrale creando un prodotto che sia legato ad una quotidianità costante, come appunto quella del calcio, e diventi un appuntamento imperdibile per una fascia di audience più ampia, non solo strettamente teatrale ma una fascia di utenza già predisposta alla fruizione di eventi in streaming, come gli appassionati di calcio.

Senese Il cartellone di “Umbria on Stage Musica” prevede al Teatro Menotti di Spoleto, il 15 gennaio, il concerto di James Senese che presenterà l’ultimo suo album dal titolo “James is Back”. Il sassofonista partenopeo, classe 1945, è da oltre cinquant’anni sulla scena divenendo un’icona artistica che dall’alto dei suoi 76 anni è ancora un punto di riferimento per le nuove generazioni musicali che vogliono urgenza espressiva e zero compromessi. In mezzo secolo di carriera Senese ha attraversato generi, epoche, mode, senza lasciarsi mai corrompere in nome del mercato. I suoi numi tutelari sono Miles Davis e John Coltrane. La sua granitica coerenza artistica e intellettuale sono famose come il suono del suo sax. Passando per i seminali Showmen con Mario Musella, i Napoli Centrale (tuttora la formazione che lo identifica), le collaborazioni con l’indimenticabile l’amico Pino Daniele ma anche il sodalizio artistico e fraterno che lo ha legato a Franco Del Prete, James Senese ha suonato e cantato i vinti, quelli che non hanno mai avuto voce. La band è composta da: James Senese voce e Sax, Fredy Malfi alla batteria, Rino Calabritto al basso e Lorenzo Campese alle tastiere.

Omaggio a De Andrè In occasione dell’anniversario della morte del grande Faber, al Teatro Menotti di Spoleto l’11 gennaio non poteva mancare un omaggio straordinario a Fabrizio De Andrè con gli Hotel Supramonte (band riconosciuta dalla Fondazione de André). Il gruppo nasce nel 2013, e si va progressivamente affermando come una delle formazioni più accreditate nella diffusione della musica di Faber, anche per le tantissime esibizioni che si susseguono a ritmi vorticosi. La band infatti, dopo aver calcato i palchi in numerose città italiane, intraprende dal 2015 la strada dei teatri, luogo elettivo per il Faber, dove il gruppo riesce sempre a creare un’atmosfera surreale, tanto dimostrano le lacrime di commozione degli spettatori, talvolta increduli. Line up: Luca Cionco voce, Daniela di Renzo voce, Edoardo Fabbretti alla batteria, e percussioni, Glauco Fantini al basso, Massimiliano Pioppi al pianoforte, Antonello Pacioni alla chitarra , bouzouki e mandolino, Serena di Meo al violino, Alessandro Famiani alla fisarmonica, Simone Temporali alle tastiere.

Capuano Rappresentante nazionale della musica folk rock sarà all’Auditorium san Domenico a Foligno il 7 dicembre Enrico Capuano e la Tammurriatarock. Musiche trascinanti, testi forti, sonorità folk e coloratissime contraddistinguono il concerto di Capuano e la sua band. La sua musica è contaminata da ritmi partenopei, dialetti e suoni mediterranei, con uno stile personalissimo. Enrico Capuano ha saputo sapientemente combinare la tradizione musicale dell’Italia con il rock della tradizione anglosassone.

CALENDARIO SPETTACOLI
Per info e prenotazioni: Associazione Culturale Athanor Eventi, mob. 3476721959; [email protected]; www.athanoreventi.com.

Foligno, Auditorium San Domenico
28/11/2021: La Ragione di Stato con “Diversi Da Loro” (Prima Nazionale)
7/12/2021: Enrico Capuano e La Tammurriata Rock
31/01/2022: “Rikordami”

Spoleto, Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
11/01/2022: Hotel Supramonte – Omaggio a De Andre’ (In occasione del 23° Anniversario della sua morte)
15/01/2022: James Senese: “James Is Back”
23/01/2022: “Rikordami”
13/02/2022: La Ragione di Stato con “Diversi Da Loro”

Lugnano In Teverina, Teatro Spazio Fabbrica
27/01/2022: “Rikordami”
19/02/2022: La Ragione di Stato con “Diversi Da Loro”

Cannara, Teatro Thesorieri
11/12 /2021: La Ragione di Stato con “Diversi Da Loro”

I commenti sono chiusi.