mercoledì 18 settembre - Aggiornato alle 03:30

Umbria classica sbarca a Foligno con 56 giornate di musica e 400 giovani musicisti

Fino al primo settembre in città staffetta per 80 docenti che salgono in cattedra per corsi dal pianoforte al clavicembalo

Oltre 50 giornate di musica, tra corsi e concerti, e oltre 400 iscritti alla 37ma edizione dei corsi di interpretazione musicale dell’Associazione Umbria Classica. Sbarca a Foligno, dopo Norcia e Chianciano, l’Accademia diretta da Fernando Martinelli che porterà in città anche «80 docenti di rilievo internazionale, tra cui solisti del Teatro alla Scala, del Maggio Fiorentino e dell’Accademia di Santa Cecilia». A curare la direzione artistica dei corsi è il maestro Michele Rossetti che, insieme a Martinelli e all’assessore alla cultura Decio Barili, ha partecipato martedì mattina alla conferenza stampa, dove è emerso che gli oltre 400 iscritti provengono da tutta Italia, ma anche da Europa e Cina. Precisamente sono 56 le giornate di musica in programma a Foligno, con concerti quasi all’ordine del giorno, fino al primo settembre. Si va dai corsi di pianoforte fino a quelli di clavicembalo, per i quali sono stati concessi gli spazi, tra gli altri, del liceo Frezzi e della scuola Santa Caterina. «Credo che ci sia la possibilità di trovare anche altri luoghi dove ospitare i concerti», ha detto Barili evidenziando anche «il ritorno turistico che potrà dare alla città una presenza così elevata di corsisti».

I commenti sono chiusi.