martedì 20 novembre - Aggiornato alle 16:37

Tre donne nella Perugia florida e feroce del Cinquecento: Valeria Ventura presenta ‘Le Innocenti’

Venerdì 9 incontro con l’autrice del romanzo all’Associazione Porta Santa Susanna

È la Perugia florida e feroce del primo Cinquecento a fare da sfondo alle vicende delle tre protagoniste de Le Innocenti, il romanzo di Valeria Ventura, vincitore del Premio “Editori Km Zero”, promosso dalla Regione Umbria in occasione dell’edizione 2018 di Umbria Libri. Dell’opera, della sua genesi, del fulmineo successo riscosso da parte di critica e pubblico, parlerà con l’autrice la docente di Storia Modena Ermina Irace, venerdì 9 novembre, alle ore 21, presso l’Associazione Porta Santa Susanna (nella sala S. Chiara).

La storia Le “innocenti” Sarah, ebrea appartenente ad una minoranza discriminata, Benedetta, donna del popolo soggetta ad un destino di classe e Domitilla, aristocratica destinata alla monacazione forzata, percorrono i loro destini dolorosi (ma infine riscattati) in una città tormentata da intrighi, congiure e violenze, dove la loro vicenda umana si dipana tra misteri, amori, inganni e delitti. Una storia avvincente ed intensa quella scritta da Valeria Ventura, che si legge d’un fiato e si rilegge per il piacere d’una prosa dal profumo antico; un romanzo con un messaggio forte, che dal passato si proietta su un presente ancora per troppe donne ingiusto.

I commenti sono chiusi.