martedì 17 settembre - Aggiornato alle 21:21

Terni On, ufficiale l’arrivo di Max Gazzè: «Tanti eventi per rilanciare il centro città»

Gli assessori Giuli e Fatale in conferenza: «Abbiamo 82 domande di partecipazione contro le 60 dello scorso anno»

Arriva l’ufficialità per la presenza di Max Gazzè a Terni. Il noto cantante sarà infatti il nome dell’edizione 2019 di Terni On, la manifestazione che si svolgerà in centro città il 20, 21 e 22 settembre. Non solo musica ma anche diversi altri eventi culturali e di intrattenimento. Terni On è stata presentata a Palazzo Spada in una conferenza stampa, alla quale, per l’amministrazione comunale, hanno partecipato gli assessori Stefano Fatale e Andrea Giuli. «L’edizione di quest’anno – ha detto l’assessore al Commercio Fatale – è il frutto di un grande lavoro e di una rete di collaborazioni che hanno reso la manifestazione ancora più attrattiva e affascinante, con l’obiettivo di rilanciare sempre di più il centro storico e le sue attività commerciali».

Gazzè L’assessore Fatale ha ufficializzato l’evento clou di sabato sera, con il concerto gratuito di Max Gazzè, «un evento musicale popolare e allo stesso tempo di qualità che siamo sicuri attirerà pubblico anche da fuori città. Intanto i numeri che abbiamo finora sono confortanti, perché le domande pervenute per la partecipazione alle notti bianche con varie iniziative sono 82, contro le 60 dello scorso anno e in più ci saranno anche 15 stand di altrettante associazioni sportive che animeranno vie e piazze con piccoli eventi dimostrativi delle loro attività».

I numeri Fatale, insieme al vicesindaco Giuli, ha poi ringraziato la Fondazione Carit, rappresentata alla conferenza stampa dal presidente Carlini, e la Camera di Commercio, con il presidente Flamini, insieme a tutte le associazioni di categoria che hanno contribuito alla realizzazione dell’edizione 2019 di Terni On. «Un’edizione – ha aggiunto Fatale – che adotta per la prima volta un concetto nuovo, perché s’inserisce in un piano di marketing, che è quello delle Terre di San Valentino e che è stata concepita e sarà gestita mediante una cabina di regia, della quale fanno parte tutti i soggetti organizzatori accomunati dall’obiettivo del rilancio dell’attrattività di Terni».

I commenti sono chiusi.