sabato 20 ottobre - Aggiornato alle 02:09

Terni, flower party con la rosa di San Valentino: riscoperta in Catalogna

Pianta in miniatura griffata Dot, prodotta dal roseto botanico Fineschi: tutto quello che c’è da sapere nel libro della Nicla edizioni

 

Un mix di costume, arte, orticoltura e vivaismo conduce i lettori nella storia degli anni che hanno visto concepire e nascere la rosa dell’amore, la ‘San Valentino’ creata dall’ibridatore catalano Pere Dot. Una deliziosa miniatura che vide per la prima volta la luce nel 1970 come è raccontato nel primo volume della collana ‘Le protagoniste de La vie en rose’ edito da Nicla Edizioni presentato da Nicoletta Campanella lunedì pomeriggio al Caffè del Corso a Terni; è lei la curatrice del volume e direttore editoriale. Oltre al libro mostrate e vendute le giovani piantine della rosa San Valentino prodotte dal vivaio Occhi di Rosa Cavriglia.

‘San Valentino. Pere Dot 1970’ Un piccolo volume racconta di una rosa dimenticata, riscoperta e rimessa in produzione. Artefice di questa operazione è stata proprio la Nicla Edizioni, la casa editrice d’arte specializzata nel settore delle rose e con profonde radici nella città umbra, che dopo accurate e approfondite ricerche ha ‘ritrovato’ questa rosa dimenticata presso l’azienda Dot in Catalogna e grazie a un protocollo di intesa ha dato vita ad una sinergia con il vivaio Occhi di Rosa Cavriglia annesso al prestigioso Roseto botanico Gianfranco e Carla Fineschi che ne sta curando la produzione in esclusiva per l’Italia. Attraverso il racconto dei protagonisti di questa riscoperta, nelle pagine del libro si srotola tutta la storia di una delle miniature create dall’ibridatore catalano Pere Dot nel 1970.

Il libro Nicla edizioni Il volume prosegue poi con i testi di Silvia Fineschi, vice presidente dell’associazione Roseto botanico Gianfranco e Carla Fineschi dove è conservata la più importante collezione d’Europa di rose create da Pere Dot; e di Lorenzo Chisci che fornisce tutti i suggerimenti utili per la coltivazione della ‘San Valentino’. «Ogni rosa racconta una storia, custodisce un mistero, interpreta un’epoca – sostiene Nicoletta Campanella -, nasconde un messaggio romantico. Se solitamente si sceglie un fiore di rosa come segno d’amore, la piccola pianta della ‘San Valentin’ ci ricorda che il prendersi cura è alla radice dell’amarsi». Il volume è disponibile in vendita nelle librerie italiane e anche on-line (www.nicla-arte.org).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.