lunedì 22 aprile - Aggiornato alle 12:46

Talenti della danza a Spoleto: vincono Fornaciari e Dreyssig Correya

Emoziona il pubblico l’étoile Rebecca Bianchi al Nuovo-Menotti con Satriano: a lei il premio Tani tornato dopo 13 anni

La parata dei vincitori della 28esima Settimana internazionale della Danza

Gabriele Fornaciari e la tedesca Julianna Dreyssig Correya. Sono loro i vincitori della 28esima Settimana internazionale della Danza che ha portato a Spoleto circa 200 ballerini, di cui oltre 120 solisti, provenienti da venti paesi. I talenti si sono sfidati sul palco del Nuovo-Menotti, dove ha danzato anche l’étoile del Teatro dell’Opera di Roma, Rebecca Bianchi, vincitrice del Premio Gino Tani per l’arte della danza. Con lei a Spoleto Michele Satriano, con cui ha eseguito Il Pipistrello di Roland Petit.

La giuria presieduta da Maria Grazia Garofoli, già prima ballerina del teatro La Fenice di Venezia, al termine della settimana di concorso ha premiato come vincitori del Grand Prix 2019 l’italiano Fornaciari e la tedesca Dreyssig Correya. Entrambi i danzatori sono stati anche premiati nelle rispettive categorie della sezione Classica. In particolare, nella sezione professionale la promessa dell’anno è Nikita Sinkevich, premiata con una borsa di studio Russian Ballet college; nella categoria allievi si impone proprio Dreissig Julianna, secondo posto alla russa Kamila Shakmanova, terzo all’italiana Francesca Rubino a pari merito con la russa Alimà Alikanova. Nella categoria Juniores domina l’italiano Fornaciari vincitore del Grand Prix 2019, mentre per la Senior primo classificato Miho Okamura, secondo Efe Burak e terzo Arakelian Ara. A vincere la borsa di studio per borsa di studio del Russian Ballet College anche l’italiana Chiara Anzalone. Nella sezione classica non professionale per le Promesse domina Alysa Roschyna, mentre la Juniore vince Paloma Bonnin; per la categoria Allievi prima classificata Alice Scalisi  seconda Gnassi Aurora. Nella sezione moderna-contemporanea la promessa è Arianna Buselli, mentre a dominare la categoria allievi è Julia Kohler. Infine, nella sezione composizione coreografica per la categoria moderna contemporanea il primo posto lo ha conquistato Jennifer Rosati, mentre la menzione speciale del Presidente della giuria è andata ad Alessandra Scalambrino. Nella categoria Gruppi primo classificato Nicola Benedetti e menzione speciale del Presidente della giuria a Marina Vezhnovest Primo posto a Vincenzo Caruana nella categoria Juniores e gradino più alto del podio a Sabino Barbieri per la categoria senior.

I commenti sono chiusi.