Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 26 novembre - Aggiornato alle 09:47

Storia del più grande e antico impero mai esistito: a Perugia la presentazione di «Kalpa Imperial»

Appuntamento con il libro Angelica Gorodischer venerdì all’Osteria il Gufo. Presenti Michela Dentamaro di Rina Edizioni e la traduttrice Giulia Zavagna

La copertina del libro

Saranno Michela Dentamaro di Rina Edizioni e la traduttrice Giulia Zavagna le protagoniste del nuovo incontro organizzato dalla libreria Mannaggia di Perugia in collaborazione con l’Osteria il Gufo. Venerdì 18 a partire dalle 18 Dentamaro e Zavagna presenteranno Kalpa Imperial di Angelica Gorodischer, «un libro e una scrittrice eccezionali – scrivono gli organizzatori, originali sotto tanti punti di vista e difficilmente catalogabili». Gorodischer, scrittrice argentina, è stata una delle voci più originali, influenti e radicali della letteratura latinoamericana. Autrice di una vasta opera che comprende testi polizieschi, racconti magistrali, romanzi, memoir, saggi letterari e di teoria femminista, è nota soprattutto per i suoi decisivi contributi alla letteratura fantastica.

Il libro «Vasto è l’Impero, disse il narratore, così vasto che la vita di un uomo non basta a percorrerlo tutto». Così inizia uno degli undici racconti che compongono Kalpa Imperial. A pronunciare queste parole, al cospetto di un uditorio di curiosi, è un narratore senza volto, che si appresta a raccontare la sua versione dei fatti. Dopo la fine, ogni Impero è destinato a essere ricordato, nei secoli, attraverso la propria storia ufficiale; ma è solo nel suono di innumerevoli storie parallele, apocrife, clandestine e inattendibili che potrà rinascere, di nuovo prosperare e sperare di riuscire, stavolta, a raggiungere l’eternità.
 Questa è la storia del più grande e antico Impero mai esistito e a raccontarla sono undici narratori diversi. Ognuno di loro sa qualcosa che gli altri non sanno. Ognuno conosce solo una piccola porzione dell’enorme vicenda di fondazione, prosperità, miseria, crolli, resurrezioni che l’Impero ha attraversato. Chiunque si sia avventurato in un viaggio nei territori dell’Impero non ha potuto vederne che una minuscola parte. Il resto è ignoto. Come ogni Impero, anche quello raccontato in questo libro non può essere oggetto di una narrazione lineare. È intrappolato, invece, in un grande ciclo cosmico che contiene in sé numerosi cicli minori. La sua esistenza si è già compiuta, ma al tempo stesso non si è esaurita.

Un prodigio Come scrive Loris Tassi nella sua prefazione, «in mezzo secolo di intensa produzione letteraria Gorodischer ha saputo «aprire la porta», per dirla con Cortázar, introducendo i lettori in mondi nuovi che si sono rivelati misteriosi, affascinanti e, talora, terribili». Kalpa Imperial è un romanzo, una raccolta di racconti, un prodigio, maestoso e polifonico, culto per intere generazioni di lettori latinoamericani, amato e tradotto in inglese da Ursula K. Le Guin, un inno alla forza multiforme del racconto di fronte alla parola di ferro del potere, uno dei vertici della letteratura fantastica mondiale. «Un libro che amiamo davvero tanto – spiega Mannaggia – ma anche perché l’incontro rappresenta perfettamente la missione che ha la nostra libreria: promuovere le piccole, medie e giovani case editrici indipendenti italiane che con passione e molta cura portano (o riportano) sugli scaffali libri meravigliosi, innovativi ma che purtroppo a volte rimangono nascosti».

I commenti sono chiusi.