giovedì 5 dicembre - Aggiornato alle 19:32

Spazio Zut: tutta la stagione fra teatro, musica, formazione, infanzia e residenze artistiche

A Foligno eventi e progetti del centro culturale: «Re: act» e «Re: play», i laboratori Zoe Garage, «In punta di piedi», il Centro Umbro Residenze Artistiche, il bando In-Box e l’Ati Parterre

Ghost Horse. Foto di Emanuele Meschini

di A.G.

Teatro, musica, infanzia, formazione, residenze e tanto altro: è molto ricco il sesto anno di vita dello Spazio Zut, che già da ottobre ha iniziato la sua intensa programmazione. Venerdì 22 novembre, nei luoghi del centro culturale di Foligno, alla presenza dell’assessore alla cultura del Comune di Foligno Decio Barili, di Bianca Maria Ragni (Teatro Stabile dell’Umbria) e Cristiano Antonietti (Cassa di Risparmio di Foligno), sono state presentate ufficialmente tutte le attività invernali di questo luogo multidisciplinare, situato nel centro della città, che nel 2020 compie sei anni di età. La presentazione, aperta al pubblico, è stata un’occasione di incontro tra istituzioni, giornalisti, artisti, operatori e appassionati per raccontare le attività organizzate dallo ZUT per la stagione 2019-2020. Un momento per condividere con la città tutta, idee e progetti per il bello e per il bene comune che proseguono con i cartelloni ‘Re: act’ (teatro contemporaneo) e ‘Re: play’ (musica), i laboratori teatrali Zoe Garage, il nuovo progetto per l’infanzia ‘In punta di piedi’, le attività per il Centro Umbro Residenze Artistiche, per il bando In-Box e per l’Ati Parterre.

Spazio Zut è Centro di Residenza Artistica riconosciuto dal Mibact per la Regione Umbria con il progetto C.U.R.A.; è da quest’anno all’interno della rete nazionale In-Box che promuove il teatro emergente contemporaneo italiano; è sede del progetto di formazione sul teatro, Zoe Garage, che coinvolge più di 100 partecipanti l’anno; ospita eventi musicali, festival di editoria, rassegne di teatro e musica; propone laboratori e spettacoli per l’infanzia e tanto altro. Zut propone eventi e attività con l’intento di facilitare attraverso la cultura e l’intrattenimento di qualità quel fermento cittadino che rende vitale ed eccezionale una città come Foligno. Quella dello Zut è un’attività multidisciplinare di grande valore qualitativo, con un grande riscontro di pubblico e attualmente rappresenta l’unico teatro della città con la programmazione di una rassegna teatrale e musicale, gestito come spazio e progetto culturale al tempo stesso.  Il progetto Zut è qualcosa che va oltre il contenitore, il luogo fisico, ha un’anima e una progettualità a lungo termine, che si sostiene sui contenuti proposti e soprattutto sulle persone che con professionalità e dedizione ci lavorano.

‘Re: act 2019-2020’ La rassegna di teatro, giunta alla sua sesta edizione, negli anni ha ospitato le compagnie più importanti e premiate del panorama italiano, con una proposta per tutti i gusti, prevede quest’anno una programmazione molto eterogenea e variegata: troveremo spettacoli per  l’infanzia con allestimenti particolari molto suggestivi; uno spettacolo di circo e poi ancora grandi autrici, uno spettacolo di danza con il coinvolgimento del pubblico, spettacoli del panorama contemporaneo brillanti e divertenti. Come negli anni precedenti la programmazione si è avvalsa della collaborazione del Teatro Stabile dell’Umbria, con il quale lo spazio propone due spettacoli, scelti insieme alla direzione artistica dello ZUT e inseriti anche nella stagione di prosa del Teatro Stabile dell’Umbria a Foligno.

‘Re: play 2019-2020’ La rassegna di concerti e live alla sua terza edizione presenta un cartellone con gli artisti più interessanti della scena musicale italiana, gruppi, artisti singoli e cantautori che propongono progetti musicali di genere diverso ma con un unico minimo comune denominatore, quello della ricerca musicale italiana e internazionale, progetti contaminati a metà tra rock e jazz, giovane cantautorato di alto livello, progetti di artisti a metà tra l’indipendente e il pop italiano e tanti altri. Una rassegna che negli anni ha proposto nomi importanti del panorama italiano e internazionale con una grande risposta di pubblico locale, regionale e anche interregionale, favorendo l’arrivo di pubblico dalle vicine regioni, Toscana, Marche, Lazio con conseguente indotto turistico.

‘In punta di piedi’ è il nuovo progetto rivolto all’infanzia ideato dallo Zut. Un progetto che mette insieme in un unico programma tutte le attività per bambini proposte. Un cartellone di eventi da Ottobre a Marzo che prevede laboratori per bambini e bambine sulle principali arti, cinema, teatro, arte, letteratura, musica, nonché spettacoli divertenti e suggestivi per tutta la famiglia.

Laboratori Zoe Garage rappresentano un’istituzione del teatro folignate. Attivi dal 2002 hanno negli anni coinvolto migliaia di giovani e meno giovani della città e delle zone limitrofe, proponendo una modalità di lavoro teatrale riconosciuta livello nazionale e internazionale perché nata e sviluppata dentro alla fucina teatrale del Teatro delle Albe di Ravenna, una delle compagnie italiane, più importanti e più premiate in Italia e all’estero, di cui i due formatori principali hanno fatto parte e con cui collaborano in diversi contesti italiani.

Il progetto nazionale C.U.R.A. rappresenta il cuore pulsante dello Spazio. C.U.R.A. acronimo di Centro Umbro Residenze Artistiche è un progetto in rete che vede come protagoniste le cinque realtà teatrali umbre più importanti del panorama contemporaneo tra cui lo ZUT. Il progetto prevede la realizzazione di residenze artistiche per compagnie e artisti singoli permettendo periodi di lavoro e studio all’interno dello spazio. Una pratica questa che favorisce la nascita e lo sviluppo di progetti artistici multidisciplinari, di danza, teatro, musica ecc… fornendo sostegno logistico, economico e tutoraggio artistico e tecnico. Negli anni sono stati sostenuti importanti progetti e piccoli progetti in fieri che hanno favorito la crescita di artisti locali, regionali, nazionale e internazionali.

Le altre attività In occasione dell’incontro di presentazione della stagione sono state annunciate altre iniziative, come le novità riguardanti il nuovo ingresso dello ZUT nella rete nazionale del bando In-Box, o come l’importante apporto dello ZUT alle attività proposte dall’ATI Parterre che gestisce altri 3 spazi della città come l’Auditorium San Domenico, l’Auditorium Santa Caterina e il Palazzo Candiotti. All’interno degli spazi citati vengono proposti concerti, residenze artistiche, laboratori teatrali organizzati da diverse associazioni cittadine e attività di formazione professionale teatrale. Si sono ricordate inoltre anche tutte le attività ospitate all’interno dello spazio, che seppur non organizzate direttamente, vengono riconosciute come parte integrante dello spazio, per esempio i laboratori di circo per bambini e bambine, il laboratorio di acrobatica aerea per adulti condotti da Circo Corsaro, il corso di Yoga condotto da Emiliano Giuliani e il corso di Tango con le relative milonghe a cadenza mensile curate da Rebeldià.

I commenti sono chiusi.