Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 29 gennaio - Aggiornato alle 17:31

Umbria film commission, a Terni in anteprima ‘Il primo giorno della mia vita’ di Genovese

Proiezione aperta al pubblico al Politeama, tra sostegno a festival e a nuovi autori la fonazione pianifica la missione rilancio cinema

Bilancio positivo di quanto svolto sin qui nel corso del primo anno di attività e lavori propedeutici messi a terra per pianificare il lavoro futuro. Così Umbria film commission si presenta a Terni, che il presidente della fondazione, il regista Paolo Genovese ha scelto per la proiezione del proprio film in anteprima ‘Il primo giorno della mia vita’.

INTERVISTA A GENOVESE

Film di Genovese a Terni «Un simbolo questa proiezione, ma anche una sicura garanzia di successo» ha commentato la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei che ha sentitamente ringraziato l’assessore Paola Agabiti per l’impegno profuso e sottolineato «che è interesse dell’ente valorizzare e promuovere l’intero – e sottolinea intero – territorio. Per questo abbiamo lavorato tutti verso un’unica direzione. Abbiamo fatto uscire l’Umbria dai confini regionali e nazionali. Gli strumenti messi in campo comprendono anche Umbria film commission, che può dare in questo contesto un contributo straordinario dal punto di vista culturale e formativo nel settore della cinematografia che comprende al suo interno tante diverse figure, tanti talenti e professionalità. Ma tutto questo – ammette Tesei – non basta, perché in Umbria occorre anche arrivarci senza viaggi della speranza e allora tutto questo lavoro di promozione non può essere scollegato dagli investimenti sulle infrastrutture. Per questo grande attenzione è stata riservata all’aeroporto di San Francesco che può portare benefici anche a Terni. L’Umbria è una e sola; è nella sua interezza che vanno valutati i progetti che si realizzano. Non esistono territori di serie A e territori di serie B».

Papigno «In questi due anni – ha detto Agabiti riferendosi alla nascita di Umbria film commission – sono state gettate le basi perché l’Umbria nel cinema abbia una vera e propria centralità. Attraverso i bandi sosteniamo le produzioni, i talenti emergenti e i festival già esistenti nella nostra regione. Tante le attività che la fondazione vanta; il lavoro è stato corale con risultati concreti anche in termini di numeri turistici fatti di arrivi e presenze sul territorio e sempre più e meglio intendiamo lavorare in questa direzione». Prima dell’avvio della conferenza stampa organizzata in serata nella sala consiliare di Palazzo Spada, il direttore Alberto Pasquale e i consiglieri di Umbria film commission hanno aviuto modo di pungolare il Comune di Terni rispetto agli Studios di Papigno. Il sindaco Leonardo Latini ha detto: «Non ci sono novità per ora, ma resta la consapevolezza delle potenzialità di quel sito quanto la necessità di trovare risorse per riqualificarlo ma pensando la funzione in grande».

I commenti sono chiusi.