lunedì 23 settembre - Aggiornato alle 02:41

Scultori a Brufa 2019: è di Alex Corno l’opera permanente che va ad arricchire la ‘strada del vino e dell’arte’

L’artista ha proposto una scultura del 2003 in ferro intitolata ‘Contrappunto’, collocata nel territorio insieme alle altre opere

Alex Corno

di D.N.

«Nuova esperienza. Altra esperienza! Cosi Brufa si è palesata ai miei occhi. In una atmosfera di quiete e bellezza, tipica del paesaggio umbro, ma con maggior vigore e potenza, forse anche per l’impegno che mi attendeva». A proposito della sua presenza a Brufa ad affermarlo è Alex Corno, l’artista invitato quest’anno dalla Pro Loco dell’antico borgo per l’opera permanente da collocare nel territorio. Venerdì 23 agosto, alle ore 18, nella frazione del Comune di Torgiano si terrà quindi l’inaugurazione della 33a edizione di ‘Scultori a Brufa. La strada del vino e dell’arte’, con la presentazione dell’opera di Corno che ha proposto una sua scultura del 2003 in ferro intitolata ‘Contrappunto’.

Programma La cerimonia d’inaugurazione dell’edizione 2019 della manifestazione sarà la seguente: in piazza del Castello si terrà la prima parte con gli interventi di rito, alla presenza dell’artista, delle autorità, di personalità del mondo dell’Arte e dell’intera comunità di Brufa, orgogliosa del suo patrimonio di sculture; a seguire taglio del nastro davanti alla scultura di Alex Corno, situata all’ingresso del paese provenendo da Ponte S. Giovanni; inaugurazione della mostra personale dell’artista allestita nella Sala polivalente “Ex Perla”, che si potrà visitare fino al 1° settembre 2019. In occasione dell’evento sarà presentato un catalogo con il testo critico della storica dell’arte Elena Di Raddo.

Corno «Sin dal primo istante – dichiara Corno – ero certo che quell’ambiente avrebbe garantito a “Contrappunto” di trovare sia per la magia del luogo che per l’energia condivisa con le altre sculture “ancorate” al territorio, un’ideale collocazione e la migliore opportunità per esprimere parte della mia trentennale ricerca. Una realtà esemplare dunque. Dove il “fare scultura” si conferma e confronta come priorità culturale e sociale indispensabile non solo per il territorio umbro. Un bisogno condiviso tra Scultura e natura essenziale al nostro vivere».

Bio dell’artista Alex Corno nasce a Monza il 27 agosto 1960. Si diploma al Liceo Artistico Statale di Milano nel 1978 e in Scultura all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano nel 1982. Terminati gli studi, insegna per un decennio alle scuole statali, per poi dedicarsi interamente alla propria ricerca artistica. Esordisce nel 1985 alla Galleria Diagramma di Milano, collaborando successivamente con diverse gallerie, prevalentemente dell’area milanese, tenendo mostre personali e collettive. Contemporaneamente, espone ad importanti manifestazioni in ambito pubblico sia in Italia che all’estero, tra cui la “IX Biennale Internazionale Città di Carrara” nel 1988, la 4 Ed. della “Mostra Internazionale di Scultura della Regione Piemonte” (vincerà il primo premio, realizzando un opera monumentale per la città di Alba nel 2004). Nel 2005 è invitato alla “XIV Quadriennale di Roma”. Partecipa nel 2009 ad “Art on the Streets” a Colorado Springs in Colorado, città alla quale donerà l’opera. Nel 2012 installa e dona un’opera all’Idroscalo di Milano per la “Collezione pubblica della Provincia di Milano”. Espone alla mostra “Cantiere del ‘900” nel 2014, facendo parte delle Collezioni Intesa Sanpaolo di Milano. Dal 2014 al 2019 espone alla Dallas Art Fair con la Valley House Gallery and Sculpture Garden di Dallas (TX) dove tiene la sua prima personale americana nel 2015. Nel 2016 espone al Museo della Permanente in occasione della mostra “Generazioni a confronto”. Nel 2018 riconferma la sua collaborazione con la Valley House Gallery di Dallas tenendo la sua seconda personale, anno in cui in Italia ottiene la commissione per la decorazione della Cappella Fumagalli a Sirtori. Nel 2019 viene invitato ad esporre al Jesuit Dallas Museum a Dallas, con la mostra “Always in Texas”. I suoi lavori sono in collezioni private e pubbliche in Italia, Europa e Stati Uniti. Vive fra Milano e Dallas.

Scultori a Brufa La 33a edizione della manifestazione è promossa ed organizzata dalla Pro loco di Brufa in collaborazione con il Comune di Torgiano e con patrocinio e il contributo della Regione Umbria e Provincia di Perugia. Fu ideata dalla Pro Loco di Brufa nel 1987: invitando uno scultore all’anno e acquisendo un’opera per ciascun artista, è arrivata ad oltre 30 anni di vita con risultati entusiasmanti. Oramai, durante tutto l’anno, molti turisti e collezionisti arrivano a Brufa per visitare le sculture all’aperto in permanenza e per il mondo dell’arte l’iniziativa è un appuntamento consolidato. Brufa è un piccolo centro del Comune di Torgiano, sulle cui colline sono situati i vigneti della prestigiosa produzione enologica torgianese; domina la piana del Tevere e la pianura di Assisi fino a Foligno. Fa parte della dorsale Torgiano – Brufa – Miralduolo – Torgiano dove si sviluppa “La Strada del Vino e dell’Arte”. In questo paesaggio sono state inserite le sculture degli artisti: Massimo Pierucci, Marcello Sforna, Mario Pizzoni, Agapito Miniucchi, Giuliano Giuman, Aurelio De Felice, Bruno Liberatore, Nino Caruso, Loreno Sguanci, Umberto Mastroianni, Mirta Carroli, Carlo Lorenzetti, Joaquín Roca-Rey, Nicola Carrino, Giuliano Giuliani, Gino Marotta, Eliseo Mattiacci, Mauro Staccioli, Valeriano Trubbiani, Pietro Cascella, Teodosio Magnoni, Federico Brook, Umberto Corsucci, Ettore Consolazione, Beverly Pepper, Federica Marangoni, Marco Mariucci, Tito Amodei, Paolo Pasticci, Hidetoshi Nagasawa, Gianni Pettena.

Info e contatti La sede della mostra personale di Alex Corno è la Sala polivalente comunale a Brufa (Via del Pozzetto, di fronte la sede della Pro Loco). Orario: tutti i giorni dalle 17 alle 24, ingresso gratuito. Informazioni al pubblico: tel. 338 1866505 – [email protected]

I commenti sono chiusi.