lunedì 23 settembre - Aggiornato alle 02:41

Sarà l’European Chinese Chamber Orchestra ad inaugurare il ‘Festival della nazioni’: gli eventi preparatori

La 52esima edizione gode del patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia, con rappresentanti delle istituzioni cinesi presenti anche a Città di Castello

European Chinese Chamber Orchestra

di D.N.

A pochi giorni dall’avvio del 52° Festival delle Nazioni – che comincerà ufficialmente con il concerto della European Chinese Chamber Orchestra, in programma domenica 25 agosto alle ore 21 nella Chiesa di San Domenico – il centro storico di Città di Castello inizia a tingersi di colori e atmosfere orientali per accogliere questa nuova edizione dedicata alla Repubblica Popolare Cinese. Merito delle tante iniziative promosse nell’ambito degli eventi collaterali, che si svolgeranno a partire dal 22 agosto e che accompagneranno il pubblico del Festival delle Nazioni per tutta la durata della manifestazione, fino a sabato 7 settembre 2019. L’edizione di quest’anno gode del patrocinio dell’Ufficio Cultura dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia ed una delegazione dell’ambasciata e rappresentanti del ministero di cultura e turismo cinese parteciperanno alla serata inaugurale, come è stato ricordato nel corso della conferenza stampa che si è svolta mercoledì 21 agosto a Città di Castello alla presenza del sindaco Luciano Bacchetta; Michele Bettarelli, vicesindaco e assessore alle politiche culturali del Comune di Città di Castello; Massimo Ortalli, vicepresidente del Festival delle Nazioni; Aldo Sisillo, direttore artistico del Festival delle Nazioni; con la partecipazione del critico Lorenzo Martinelli e degli artisti – Luca Baldelli, Andrea Lensi, Fabio Mariacci, Gino Meoni e Simonetta Riccardini – che hanno curato la mostra Chine in omaggio alla Cina (inaugurazione sabato 24 agosto ore 19, Sala capitolare del Chiostro di San Domenico).

Eventi di avvicinamento A rendere ‘speciale’ il centro storico saranno innanzitutto le vetrine dei negozi della città, grazie a Vetrine in musica: Omaggio alla Cina, un’idea del Festival delle Nazioni realizzata in collaborazione con Consorzio ProCentro. Alle ore 21.30 di giovedì 22 agosto, le aree espositive dei negozianti sveleranno l’allestimento in chiave musicale concepito per rendere omaggio alla cultura del Paese ospite. A decidere quale sarà la vetrina più bella saranno i tifernati stessi, che potranno votare la loro preferita recandosi nella biglietteria del Festival delle Nazioni entro il 29 agosto: per l’occasione, il 22 agosto il box office di Palazzo del Podestà sarà aperto anche in serata, dalle ore 21.00 alle 23.00. La migliore realizzazione sarà poi annunciata nel corso di un evento che si svolgerà al Chiostro di San Domenico venerdì 30 agosto alle ore 21.00 e il negozio del centro storico autore della vetrina più bella verrà premiato con due biglietti omaggio per il concerto Napoli Trip del 31 agosto. L’arte, pittorica e contemporanea, avrà uno spazio importante nell’ambito degli eventi collaterali del Festival delle Nazioni. In questi giorni inaugureranno infatti diverse esposizioni artistiche. Allegorie Spaziali di Pietro Marchioni sarà alla Galleria ARTè di via Sant’Apollinare: il vernissage è previsto per venerdì 23 agosto ore 18.30 e sarà accompagnato da una degustazione di tè cinesi. Sabato 24 agosto ore 19.00, la Sala capitolare del Chiostro di San Domenico aprirà le sue porte per l’apertura di Chine, la mostra in omaggio alla tradizione culturale cinese di Luca Baldelli, Andrea Lensi, Fabio Mariacci, Gino Meoni e Simonetta Riccardini. E al termine della vernice, la serata al Chiostro di San Domenico proseguirà alle ore 21.30 con la musica selezionata per l’occasione dal dj set Alessandro Renzini.

Concerto inaugurale Ricca di appuntamenti collaterali e di iniziative è anche la giornata che darà il via al 52° Festival delle Nazioni. Domenica 25 agosto il primo appuntamento è alle ore 17.00: il direttore artistico Aldo Sisillo illustrerà il programma della manifestazione in un incontro alla Galleria ARTè di via Sant’Apollinare. Anche in questa occasione, il pubblico potrà assaggiare una degustazione di tè cinesi. Alle ore 18.30, inaugurerà la mostra 4件事di Marco Baldicchi alla Galleria delle Arti di Luigi Amadei di via Albizzini. Alle ore 21.00, si svolgerà l’atteso concerto inaugurale, che vedrà protagonista sul palcoscenico della Chiesa di San Domenico la European Chinese Chamber Orchestra, vale a dire il settetto formato da alcuni dei migliori strumentisti di origine cinese che, impegnati in ruoli di primo piano con le più importanti istituzioni musicali europee e occidentali, hanno deciso di riunirsi per eseguire insieme, in formazione cameristica, programmi di musica classica e cinese: provenienti da orchestre quali la Deutsche Radio Philharmonie, i Münchner Philharmoniker, la Philharmonia Zürich, solo per fare qualche esempio, l’ensemble composto da Xiaoming Wang e Qi Zhou ai violini, Wen Xiao Zheng alla viola, Yao Feng al violoncello, Yun Sun al contrabbasso, Xiaoming Han e Ye Pan ai corni, eseguirà musiche di Rossini, Beethoven, Haydn e Mozart, oltre al galop cinese Harvest Celebration di Jing-Ping Zhan arrangiato da Yi-Wen Jiang. Per chiudere la giornata, al termine del concerto, intorno alle ore 22.30, dalla Chiesa ci si potrà spostare nell’adiacente Chiostro di San Domenico, per l’esibizione dei Geoffrey Chaucer’s Sousages Hole, gruppo che propone musica originale liberamente ispirata al rock alternativo degli anni Novanta.

Istituzioni cinesi al festival Il 52° Festival delle Nazioni gode del patrocinio dell’Ufficio Cultura dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia. A confermare e rafforzare l’importante sostegno concesso alla manifestazione umbra da parte del corpo diplomatico, sarà la partecipazione di alcuni rappresentanti dell’Ufficio Cultura dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia alla serata inaugurale di domenica 25 agosto, in occasione del concerto che vedrà protagonista sul palcoscenico della Chiesa di San Domenico la prestigiosa European Chinese Chamber Orchestra. Saranno presenti infatti il secondo segretario dell’ufficio culturale Peng Xiao, il direttore dell’ufficio del turismo Yang Bo e l’addetto all’ufficio del turismo Zhou Song. La delegazione dell’Ufficio Cultura dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia si tratterrà nel territorio valtiberino anche il giorno successivo, lunedì 26 agosto, quando sarà raggiunta da una delegazione di rappresentanti del Ministero della Cultura e del Turismo cinese. Il gruppo visiterà l’Italia dal 26 al 29 agosto. La prima tappa sarà proprio il Festival delle Nazioni. Altre importanti figure in rappresentanza delle istituzioni cinesi in Italia saranno presenti infine nel concerto di chiusura del 52° Festival delle Nazioni al Parco di Palazzo Vitelli a Sant’Egidio: sabato 7 settembre 2019, in occasione del concerto della Shenzhen Symphony Orchestra diretta da Lin Daye, il Festival delle Nazioni avrà ospiti Xu Rong, consigliere culturale dell’Ambasciata cinese in Italia, e un rappresentante del Consolato Generale della Repubblica Popolare Cinese in Firenze.

Chine La mostra di Luca Baldelli, Andrea Lensi, Fabio Mariacci, Gino Meoni e Simonetta Riccardini allestita nella Sala capitolare del Chiostro di San Domenico, che inaugurerà sabato 24 agosto, è un omaggio alla tradizione culturale cinese: a ingresso libero, sarà aperta al pubblico negli orari di apertura del Chiostro, tutti i giorni a partire dalle 19 e fino a sabato 7 settembre 2019. Il medium con il quale si realizza l’opera diviene, talvolta, definizione dell’opera stessa. Ė così anche nel caso delle chine, opere d’arte su carta realizzate con inchiostro di china. Questo inchiostro, originario della Cina e impiegato in Oriente sia in calligrafia che per i dipinti, è stato utilizzato da molti artisti occidentali, sia nel passato che nella contemporaneità. I cinque artisti hanno voluto rendere omaggio alla tradizione culturale della Cina realizzando un’istallazione che si serve dell’inchiostro di china quale medium, e di un rotolo di carta cinese come supporto. Tale istallazione è costituita da cinque opere affiancate, che rappresentano nella loro varietà di poetiche e cifre artistiche un ponte tangibile che unisce culture diverse, quella orientale e quella occidentale, in una epoca, come quella contemporanea, in cui la multiculturalità non è soltanto un fatto quotidiano, ma un’esigenza di vita. La Sala capitolare del Chiostro di San Domenico accoglierà dunque cinque opere di 300 x 50 cm, dipinte su carta di riso, che verranno sospese nella parte centrale della stanza. Inoltre, ogni artista collocherà altre due opere sulle pareti che svilupperanno ulteriormente la tematica dell’esposizione. Il percorso è concepito in modo che, partendo dal focus centrale, costituito dall’installazione fatta di cinque rotoli dipinti, continui e si sviluppi lungo le pareti e nello spazio della sala, permettendo così al visitatore di approfondire e riflettere sulla poetica e sui lavori dei singoli artisti.

Info e biglietti Tutti gli eventi collaterali del Festival delle Nazioni sono a ingresso gratuito. I biglietti per i concerti del cartellone principale (da 1 a 30 €) sono in vendita online su vivaticket.it oppure nella biglietteria di Città di Castello (Palazzo del Podestà, corso Cavour) aperta dalle 11 alle 13 e dalle 17.30 alle 19.30 (dal 25 agosto l’apertura pomeridiana sarà dalle 16 alle 18). Per informazioni [email protected], 349 8092046 / 075 8522823.

I commenti sono chiusi.