Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 24 febbraio - Aggiornato alle 18:40

San Valentino, bct lancia ‘Ti chiedo scusa perché’. Fanno ‘rumore’ i manifesti coi versi di Dante

La biblioteca comunale si slancia in una iniziativa letteraria, l’affissione interattiva sfuma invece nelle polemiche

Bct Terni (foto Rosati)

L’iniziativa era certamente meritevole di plauso, originale, adatta al bizzarro momento che stiamo vivendo e soprattutto un regalo alla città di Terni da parte di Utilità Manifesta/design for social Aps ma siccome poi alla fine non è vero che ‘a caval donato non si guarda in bocca’, soprattutto quando c’è di mezzo la cultura, la trovata si è rivelata un vero e proprio boomerang e la toppa non ha nemmeno coperto del tutto il buco. Ai più attenti non sono sfuggiti refusi, omissioni e un’impaginazione non del tutto fedele ai versi di Dante nel Canto V dell’Inferno. Da Utilità manifesta poi la rettifica con i nuovi cartelloni da mandare in stampa a coprire i vecchi, ma la terzina riportata, anche in questo caso, non è esattamente identica a quella del poeta, dove il ‘che’ inizia l’ultimo verso, anziché chiudere quello centrale. Licenze poetiche? o esperimenti sociali?  Ad ogni modo dalla Bct, seppure non è un’iniziativa conseguente, lanciano ‘Ti chiedo scusa perché’… 

San Valentino L’appuntamento letterario di quest’anno della biblioteca comunale per onorare San Valentino: per tutto il mese di febbraio è possibile inviare alla Bct poesie, frasi, aneddoti e racconti brevi (meno di 10 cartelle) che abbiano come caratteristica la richiesta di perdono. Il tema prende le mosse dalla leggenda secondo cui San Valentino donò una rosa agli innamorati che dopo un litigio si riappacificarono, chiedendosi scuse reciproche. Il materiale dovrà essere inviato a [email protected] e sarà pubblicato sui social della biblioteca. Una commissione interna deciderà sulla pubblicazione: non verrà pubblicato materiale fuori tema o che possa offendere il normale senso del pudore. L’indicazione del nominativo è libera. Si può indicare il proprio nome o restare anonimi. Il materiale inviato è a titolo gratuito e la pubblicazione non farà emergere nessun tipo di rapporto, né diritto. La Bct chiede anche ai fiorai o a chi coltiva  le rose o ama prendersene cura, l’invio di una foto di un cespuglio, di una composizione o di una singola rosa: anche queste foto verranno pubblicate insieme ad uno scritto sui social della Bct. L’iniziativa Ti chiedo scusa perché.. rientra nella collaborazione di Bct con il Garden Club e Rubinia, l’ambasciatrice di S. Valentino nel Mondo, che ha già portato a mostrare in presenza, in Piazza della Repubblica, e  sui social della biblioteca comunale di Terni, le opere artistiche e l’artigianato artistico nella vetrina di Piazza d’Arti.

I commenti sono chiusi.