giovedì 22 agosto - Aggiornato alle 16:08

A San Giustino venerdì «L’Italia s’è desta»: un viaggio grottesco tra le assurdità italiane

Lo spettacolo scritto da Stefano Massini in programma alle 21.15 al cinema teatro Astra

Un momento dello spettacolo

«Un viaggio grottesco, tragicamente reale e spassosissimo tra le assurdità, le amenità, le contraddizioni, i vizi e le virtù del Belpaese». Così il cinema teatro Astra di San Giustino presenta «L’Italia s’è desta», lo spettacolo di Stefano Massini in programma venerdì 18 alle 21.15. Prodotto dalla compagnia teatrale Medem e diretto da Ciro Masella, fa parte della rassegna «In viaggio a teatro» organizzata dal cinema altotiberino; sul palco saliranno Irene Bistarelli, Alessia Martinelli, Nunzia Negri, Enrico Paci, Mauro Silvestrini. Massini nello scrivere lo spettacolo ha preso spunto da una serie di fatti di cronaca nera riportati dai quotidiani, traendone un «catalogo folle che investiga impietosamente la geografia dello stivale», una «stranissima, irriverente discesa agli inferi della famigerata penisola».

Lo spettacolo «Caustico e corrosivo – spiegano gli organizzatori – il profilo di un’Italia inedita e spietata, in cui tutto è possibile, dove si muovono personaggi protagonisti di vicende agghiaccianti. Schegge di particelle impazzite. Un catalogo impietoso di bizzarrie assortite, mostruosità palesi, miserie grandi e piccole in salsa di acida macedonia. Un cocktail di storie. Una galleria di ritratti. Un occhio spietato che investiga lo stivale. Un caravanserraglio di vicende umane. Un carnevale di maschere in velocissima sequenza. All’alba del terzo millennio questo è un quaderno di appunti, di ritagli, di sottolineature: il sismografo di un improbabile essere nazione». Una visione rigorosamente vietata «ai minori di spirito critico». Il biglietto costa sette euro e per informazioni o prenotazioni si può chiamare lo 0758569506 oppure scrivere una mail a [email protected]

I commenti sono chiusi.