martedì 31 marzo - Aggiornato alle 09:14

Radio che passione, la ascolta più di un umbro su due: Subasio stacca tutti

In 417 mila la accendono tutti i giorni: invariati negli ultimi 20 anni. Le classifiche: 102.5 batte Deejay. Regionali: Onda Libera e Delta, poi Umbria Radio

di Iv. Por.

Più di un umbro su due ascolta la radio, un mezzo che non ha conosciuto la crisi di altri media in questi anni di esplosione della rete. Lo rivelano i dati raccolti nell’ambito dell’indagine Radio Ter 2019 con 120 mila interviste in tutta Italia tra il 15 gennaio e il 16 dicembre dello scorso anno. Secondo la ricerca, sono 417 mila coloro che dichiarano di ascoltare la radio nella nostra regione.

Radio senza crisi Dato peraltro confermato dall’Istat, che nel 2018 aveva censito il 58,2 per cento degli umbri come affezionati alla radio, di cui il  55.6 sostiene di accenderla tutti i giorni. E l’andamento negli ultimi 20 anni è pressoché costante: nel 2001 gli ascoltatori erano il 58,8 per cento nel 2010 il 54,9. Il picco più basso è nel 2016 con il 54,1 ma è già stato recuperato.

Radio Subasio la più amata Tornando all’indagine Radio Ter 2019, la radio più amata dagli umbri è la “locale” ma proiettata in tutta Italia Radio Subasio con una media di 218 mila ascoltatori al giorno, più del doppio della seconda e leader nazionale ovvero Radio 102.5 che qui ne raccoglie 102 mila. Terza sul podio è Radio Deejay con 99 mila ascoltatori. Poi Rds e Radio 105, che precedono Rai Radio 1 con 67 mila ascoltatori al giorno. A Radio Italia solomusicaitaliana, segue Rai Radio 2. Tra le umbre ma a diffusione anche oltre i confini da citare Radio Onda Libera con 22 mila ascoltatori giornalieri e, dello stesso gruppo, Radio Delta con 18mil.Nella graduatoria, con 4 mila ascoltatori al giorno, c’è anche l’unica radio a copertura unicamente regionale ovvero Umbria Radio Inblu.

Passa col cursore sul grafico per leggere il dato di ascolto giornaliero riferito alla singola stazione radio

I commenti sono chiusi.