Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 30 giugno - Aggiornato alle 18:43

Quintana di Foligno: il 20enne Melosso regala al Badia il Palio della Sfida

In testa dall’inizio alla fine in quella che sarà ricordata come la Giostra degli errori e della grande bravura del giovane cavaliere

In testa dall’inizio alla fine in quella che sarà ricordata come la Giostra degli errori e della grande bravura di chi, appena ventenne, è riuscito a far vincere al Rione Badia il quinto palio della sua storia, il secondo negli ultimi cinque anni. Parliamo di Lorenzo Melosso, giovanissimo cavaliere ascolano che al Campo de’ li Giochi, sabato sera, è stato il più bravo tra i bravi e ha dimostrato che per vincere la Quintana, la lucidità e la freddezza nei momenti cruciali sono quasi tutto, anzitutto.

FOTOGALLERY: LE IMMAGINI DELLA FESTA

Il popolo bordeaux La Giostra della Sfida di giugno 2022 va in archivio con il popolo bordeaux del priore Filippo Pepponi che ha festeggiato tutta la notte in taverna e per le vie della città dopo aver messo in fila i binomi degli altri nove rioni che, a differenza di Melosso, hanno perso quell’attimo di lucidità che solitamente, davanti al Dio Marte, significa commettere un errore fatale. Lo sa bene Luca Innocenzi (Cassero), grande favorito della vigilia e che è stato tradito dal suo Guitto e da una mira imprecisa. E lo sanno bene i tre rioni arrivati indenni alla terza tornata insieme al Badia, ovvero Contrastanga, Spada e Pugilli che, uno dopo l’altro, hanno abbattuto bandierine e sbagliato anelli lasciando campo libero alla contrada di piazza Garibaldi.

Appuntamento a settembre Lorenzo Melosso, invece, nonostante la pressione fortissima e un forte vento che è stato per tutti condizione di ulteriore difficoltà, è rimasto lucido e concentrato, vincendo con merito il palio firmato dall’artista ucraino Mykola Matsenko. L’appuntamento, dopo i festeggiamenti che andranno avanti in questi giorni, è per settembre. Con una certezza, la Quintana ha trovato due nuove giovani stelle. Oltre al badiolo Melosso, infatti, va segnalata la prestazione di Nicholas Lionetti (Pugilli), esordiente di bellissime speranze e gran caratura, arrivato secondo.

I commenti sono chiusi.