mercoledì 12 dicembre - Aggiornato alle 15:14

Tutto pronto per il Terni pop film fest: si apre con omaggio a Bud Spencer

Da giovedì a domenica debutto con incontri e proiezioni al Cityplex: primo giorno dedicato agli studenti

Debutta con una serata d’apertura dedicata a Bud Spencer, la prima edizione del Terni pop film fest che da giovedì a domenica sarà di scena al Cityplex con incontri, eventi, proiezioni e anteprime nazionali, tutti finalizzati a ricostruire un legame fra la sala cinematografica e il pubblico.

Tutto pronto per il Terni pop film fest Si parte subito la mattina con la sezione dedicata ai ragazzi A scuola di cinema: alle 9:30 il primo incontro sarà con Alessandro Grande, che quest’anno si è aggiudicato il David di Donatello per il miglior cortometraggio con Bismillah, che rappresenterà l’Italia agli Oscar. Sempre giovedì mattina in programma la lezione Il linguaggio delle emozioni – La sceneggiatura per il cinema da Aristotele a Spielberg a cura di Victor Rambaldi docente presso l’American University of Rome e figlio di Carlo Rambaldi. Sempre al Cityplex e per gli studenti è in programma un’altra lezione dedicata ai generi cinematografici, con un piccolo focus sul road movie: Origine ed evoluzione dei generi cinematografici a cura di Tony Villani, anche lui docente.

Si apre con omaggio a Bud Spencer Nel pomeriggio prenderà il via anche la retrospettiva  Christian De Sica regista, un omaggio al grande artista romano che ha appena fatto il suo ritorno dietro la macchina da presa, mentre venerdì alle 18 toccherà a Il conte Max (1991) – remake del celebre film omonimo firmato nel 1957 daGiorgio Bianchi, con Vittorio De Sica e Alberto Sordi. Si chiude alle 21 con l’attesa cerimonia d’aperturaOmaggio a Bud Spencer, tra i volti più rappresentativi ed iconici del cinema popolare. Attesi a Terni anche la famiglia Pedersoli e Guido De Angelis degli Oliver Onions, che hanno realizzato le musiche di molti film interpretati da Bud Spencer: il programma ripercorre i momenti più significativi della vita da artista e sportivo, attraverso il racconto di aneddoti e immagini in movimento. Verrà assegnato anche il premio Bud Spencer – Next Generation a un giovane attore che ha saputo raccogliere l’eredità artistica di Carlo Pedersoli.

I commenti sono chiusi.