martedì 20 novembre - Aggiornato alle 16:46

Perugia Flower Show, una rosa per Luisa Spagnoli il fiore all’occhiello dell’edizione winter

Il 15 e 16 settembre ai Giardini del Frontone 50 espositori e tanti eventi gratuiti. Romizi: «Orgogliosi di questo connubio»

Lucia Bocciolini

Il Flower Show fa 18 (edizioni) e si presenta al taglio del nastro della sua Winter edition 2018 più in forma che mai. È stata presentata, alla sala della Vaccara del Comune, la kermesse in programma ai Giardini del Frontone il 15 e 16 settembre. «Partiamo – ha sottolineato Lucia Boccolini di Magenta Events – dopo 12 anni e 18 edizioni con l’entusiasmo della prima volta; ciò ci ha consentito di organizzare una bellissima manifestazione, ricca di novità con 50 espositori tra produttori e collezionisti: il meglio del florovivaismo nazionale».

VIDEO: INTERVISTA A LUCIA BOCCIOLINI

Programma ricchissimo Si parlerà, per l’occasione, di piante perenni, con varietà nuove ed inconsuete e, dunque, poco conosciute. Una rassegna imperdibile per chi vuole avere un giardino fiorito per tutto l’anno, sfruttando le occasioni offerte dalla fioritura autunnale. Saranno presenti molti artigiani con manufatti di ogni tipo legati al mondo vegetale: da manufatti in legno, alghe, pellame, gioielli di carta, articoli per il giardinaggio, cosmetici, ceramica, oli essenziali, prodotti gastronomici. Oltre alla mostra mercato, durante la manifestazione, sarà possibile seguire molteplici attività dedicate al mondo del verde ed aperte a grandi e piccoli: si alterneranno corsi dedicati alla coltivazione delle piante da frutto, delle zucche, una lezione su come gestire un giardino acquatico, uno sull’importanza della biodiversità.

Rosa Luisa Spagnoli La grande anteprima del Flower Show è dedicata a una grande figura della storia al femminile di Perugia: si tratta della nuova rosa Luisa Spagnoli, a cura del vivaio Rose Barni, la cui commercializzazione partirà nel mese di dicembre. Anche l’assessore Teresa Severini, presente insieme al sindaco Romizi, ha posto l’accento sull’evento speciale, su cui «vi è una certa curiosità», ma soprattutto «un grande orgoglio perché collegata ad una eccellenza tutta perugina».

Partner importanti «Ancora una volta – ha evidenziato Severini – dobbiamo ringraziare Magenta Events per aver portato a Perugia questa ricchissima manifestazione che si avvale della collaborazione di partner di assoluto rilievo, come Università, Città della Domenica e Istituto italiano di design. Ciò consentirà di offrire agli appassionati una serie di iniziative rivolte a tutti, cittadini, bambini, famiglie e turisti. L’auspicio – ha concluso l’assessore – è che partecipino alla rassegna tanti giovani, affinché cresca in loro il rispetto e l’amore per il verde».

Frontone: il punto Romizi ha sottolineato con soddisfazione che «Perugia Flower Show, dopo ben 12 anni di vita, continua ad avere grande seguito; ciò grazie alle costanti novità che in ogni edizione l’organizzazione è in grado di proporre. Anche in occasione dell’edizione autunnale 2018 non mancheranno le iniziative particolari; per questo ci sono tante buone ragioni per partecipare ad una due giorni imperdibile». Per ciò che concerne i giardini del Frontone, location dell’evento, il sindaco ha confermato che «prosegue l’opera di riqualificazione partita con il consolidamento del muro di contenimento, per poi passare al restauro dei monumenti (statue, teatro ed arco). La fase B, quindi, riguarderà il patrimonio del verde che verrà integralmente rivisto».

I commenti sono chiusi.