venerdì 23 agosto - Aggiornato alle 01:16

Percorsi turistici guidati ed esperienziali: eventi, fiction e tour in giro per l’Umbria. Tutto in maniera ‘slow’

Presentato a Perugia ‘Celestino V ed i mestieri della terra’, il primo modulo di un progetto che ha come obiettivo quello di promuovere il territorio e i suoi prodotti identitari

Identità terra, la presentazione del progetto turistico

di D.N.

Nel centro storico di Perugia si è tenuto l’evento – organizzato da Progetto donna ed Identità terra, una società operante nei settori turistico e culturale – dal titolo ‘Celestino V ed i mestieri della terra’: al centro la realizzazione di un video documentario oltre che un tour esperienziale. Ma non solo. Un primo modulo, quindi, di un vasto progetto che si svilupperà in iniziative e “pacchetti” successivi che si svolgeranno tra Assisi, Perugia, Mongiovino, Acquasparta e Sangemini. Come hanno sottolineato gli ideatori Tiziana Casale e Luciano Posti, «l’obiettivo è far vivere agli ospiti un’esperienza slow in varie località dell’Umbria dando vita a personaggi storici dei luoghi, creando suggestioni di un comune sentire, attraverso percorsi di una mezza giornata, fino ad arrivare a veri e propri tour che vanno dai tre ai dieci giorni».

Percorsi turistici Dopo il ritrovo davanti alla Fontana Maggiore per iniziare le riprese per la realizzazione del video documentario ‘Celestino V e i Mestieri della Terra’, a cura di Media Country, è stata presentata Identità Terra, società che nasce come realtà progettuale dalla unione delle esperienze e competenze dei soci fondatori. Tali attitudini si caratterizzano nei settori culturali, artistici, sociali, tecnico-agrari, tecnico-turistici incentrati alla organizzazione di percorsi tematico-turistici e di promozione del territorio e dei suoi prodotti identitari. Sempre gli ideatori: «Identità Terra, in associazione e in collaborazione con tutti i soggetti pubblici e privati possibili, promuove la creazione di reti territoriali, individuazione di identità e tipicità, relazioni tra prodotti, territorio, storia e rapporti antropologici, individuazione di temi didattici sui prodotti stessi, racconto tematico, creazione di atmosfere estemporanee ed esperienziali sui prodotti stessi. Crea inoltre Pacchetti e Prodotti Turistici in relazione alla richiesta di mercato, riguardo ai suoi scopi e in relazione alle possibilità di assemblare offerte fruibili dal più largo pubblico possibile».

I commenti sono chiusi.