Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 1 ottobre - Aggiornato alle 00:48

Pegoraro a Milano ‘Genio del piano’, a Terni concorso Casagrande a Yuanfan Yang

Nella città dell’acciaio, l’inglese vince la 32° edizione del concorso Casagrande: porta a casa un premio di 20 mila euro

È stata definita «un genio al piano» dal quotidiano LombardReport la pianista di fama mondiale Cristiana Pegoraro durante il suo debutto a Milano con l’Orchestra Filarmonica Nazionale Ungherese nel ‘Concerto di fine estate’, importante appuntamento della stagione concertistica milanese. Una collaborazione di altissimo livello, con musicisti eccellenti, per la pianista umbra che continua a collezionare esperienze internazionali molto significative. «Per me è stato un grandissimo onore – ha commentato Cristiana Pegoraro –, una bellissima collaborazione tra musicisti di Paesi diversi attraverso la musica, linguaggio universale che supera i confini ed è portatrice di armonia e bellezza. In più, suonare il concerto N. 1 di Chopin, uno tra i miei preferiti, è sempre un’emozione unica». Nella città della pianista, Terni, invece si è disputata la 32° edizione del Concorso Pianistico Internazionale Alessandro Casagrande. A portare a casa l’ambito premio di 20.000 euro è stato l’inglese Yuanfan Yang, con una esibizione del Concerto n.3 op.9 in do minore per pianoforte e orchestra di Beethoven, con l’orchestra Sinfonica Abruzzese diretta da Marco Boni.

Il concerto della Pegoraro Il concerto si è tenuto nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano, prestigiosa location che ha visto un pubblico delle grandi occasioni, con oltre 1200 presenze. Una cornice d’eccezione per una performance spettacolare e imponente. Cristiana Pegoraro e la Filarmonica Nazionale Ungherese, sotto la direzione del maestro Balázs Kocsár, hanno eseguito un repertorio impegnativo e di grande bellezza. Il programma ha visto Cristiana Pegoraro solista nel celeberrimo Concerto per pianoforte e orchestra N. 1 Op. 11 di Fryderyck Chopin, con cui ha incantato il pubblico guadagnandosi numerosissimi applausi e richieste di bis. In programma anche la Shylock Ouverture di Aldo Finzi e la Sinfonia N. 2 Op. 73 di Johannes Brahms, magistralmente interpretati da orchestra e direttore. Il concerto è stato poi riproposto a Verbania, sul Lago Maggiore, nel prestigioso auditorium ‘Il Maggiore’, anche questo gremito di pubblico per l’occasione.

Concorso Casagrande A decretare la vittoria del pianista inglese la giuria presieduta da Carlo Guaitoli (Italia), costituita da Enrica Ciccarelli (Italia), Romain Descharmes (Francia), Yuka Imamine (Giappone), Piers Lane (Australia), Roland Pöntinen (Svezia), Jerome Rose (USA). Yuanfan Yang vince 20.000 euro offerti dalla Fondazione Casagrande e Fondazione Carit, insieme a un tour di concerti presso prestigiose istituzioni musicali in Italia e all’estero. 8000 euro vanno al secondo classificato, l’americano Samuel Gliklich, e 4000 euro all’italiana Serena Valluzzi, terza classificata. I vincitori dei Premi Speciali: Premio Adriana, Franco e Marina Casagrande per la migliore esecuzione di un brano di A. Casagrande 2000 euro, offerto da Elena e Michele Benucci, a Mayaka Nakagawa. Premio Dario De Rosa per la migliore esecuzione della Sonata di L. van Beethoven 1000 euro, offerto da Lions Club Terni Host, a Serena Valluzzi. Premio Gianni Scarficcia al più giovane dei finalisti 1000 euro, a  Glicklich Samuel. Premio del pubblico per la Finale con Orchestra 1500 euro, offerto da Rotary Club Terni, a Yang Yuanfan.

 

 

I commenti sono chiusi.