Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 dicembre - Aggiornato alle 01:05

Narni tra territorialità e cultura: premio Miglior cavaliere d’Italia e prima dell’opera ispirata a Lombardini

Storia di vita del caporale delle guardie del Sant’Uffizio di Spoleto: ecco ‘AnimæOltre’. Sabato la consegna della pergamenata d’autore

Due appuntamenti nella città dell’Anello. Sabato la Rocca Albornoz ospiterà la cerimonia di premiazione del premio nazionale ‘Miglior cavaliere d’Italia’, giunto alla quarta edizione. Appuntamento con la cultura al teatro Manini di Narni il 4 dicembre con la prima internazionale dell’opera rock ‘AnimæOltre’ un lavoro musicale liberamente
ispirato alla vita di Giuseppe Andrea Lombardini, caporale delle guardie del Sant’Uffizio di Spoleto.

Miglior cavaliere d’Italia La Rocca Albornoz ospiterà alle 16.30 di sabato 27 novembre la cerimonia di premiazione del premio nazionale ‘Miglior cavaliere d’Italia’, giunto alla quarta edizione. In occasione del galà, saranno premiati i cavalieri e le amazzoni che hanno vinto le giostre e quintane storiche e non storiche. L’edizione di quest’anno vedrà incluse le manifestazioni disputate nel 2020 e quelle effettuate quest’anno, nel 2021. Il premio lo scorso anno non è stato disputato a causa della pandemia. Il regolamento del premio prevede la consegna della ‘Pergamena d’Autore’ realizzata dall’artista narnese Fabiola Cornice, ai vincitori delle sei categorie in cui è articolato il premio unico nel suo genere in ambito nazionale: ‘Miglior Cavaliere’, ‘Miglior Amazzone’, ‘Miglior Giovane Under 18’, ‘Binomio più vittorioso’, ‘Scuderia più vittoriosa’ e ‘Proprietario del cavallo più vittorioso’. I nomi dei candidati e dei vincitori saranno svelati in occasione della cerimonia. La premiazione si svolge ogni anno a rotazione in una delle città dove si disputano le più importanti manifestazioni storiche cavalleresche. Nel 2017 la cerimonia si è tenuta ad Ascoli Piceno, nel 2018 a Foligno e nel 2019 a Sulmona.

AnimæOltre Nei giorni scorsi è stata ufficialmente presentata a Narni l’opera rock ‘AnimæOltre’. Appuntamento a teatro Manini di Narni per la prima assoluta il 4 dicembre. Si tratta di un lavoro musicale liberamente ispirato alla vita di Giuseppe Andrea Lombardini, caporale delle guardie del Sant’Uffizio di Spoleto, che fu arrestato e processato
dalla Santa Inquisizione nel 1759. Lombardini venne rinchiuso in una cella del Convento di Santa Maria Maggiore di Narni e di questa sua permanenza sono state rinvenute numerose tracce (graffiti) nei sotterranei narnesi. L’idea di dare vita a questa opera rock, è venuta a Carmine Migliore nel corso di una sua visita fatta come turista a Narni Sotterranea. L’opera parla dell’accusa, dell’arresto e della storia d’amore tra il Lombardini ed Aloyse, una sua ipotetica fidanzata, che sopravvivrà oltre la morte. L’opera verrà portata in scena dal gruppo dei ‘NeverLandAngels’ dal quale prende il nome il progetto legato al lavoro. Il collettivo dei ‘NeverLandAngels’ è nato dall’idea del chitarrista, cantante e compositore Carmine Migliore. Il musicista, appassionato di storia e di archeologia, alcuni anni fa si trovava a Narni durante una pausa estiva, dopo un intenso anno di tour in giro per l’Italia. Durante una visita al sito archeologico Narni Sotterranea venne a conoscenza delle vicende di Giuseppe Andrea Lombardini. Da qui l’idea di dare vita ad ‘AnimæOltre’.

I commenti sono chiusi.